Dalla Russia arriva l'anti-smartphone

Si chiamerà Skvone e potrà funzionare per trenta giorni, in modalità di riposo, senza essere ricaricato
Il modello di "anti-smartphone"
(Foto: ufficio stampa) 

È già stato definito l'anti-smartphone. E verrà lanciato sul mercato con il nome di Skvone.

L'impresa russa Studiya Treylerov, impegnata nella realizzazione di cortometraggi pubblicitari, ha annunciato la realizzazione di un proprio telefono.

Il termine "anti" deriva dal suo inusuale sistema di controllo: nella memoria del telefono resterà solo lo stretto indispensabile.

L'applicazione speciale per tablet e computer con sistema operativo iOS, Android, Mac o Windows, permetterà di gestire i contatti, la sveglia, i messaggi sms e configurare il volume delle chiamate. Il sistema di controllo sarà gestito via Bluetooth.

"Ogni giorno sempre più persone portano con sé i tablet. Ciò riduce la necessità che un telefono sia dotato di grandi funzionalità. Però i produttori, come se non se ne accorgessero, aggiungono di volta in volta sempre più funzioni al telefono, riducendo così le sue capacità base: ovvero un funzionamento continuo senza necessità di carica, una navigazione rapida, la comodità dell'ergonomia", dicono i creatori.

Bisogna comunque precisare che il telefono potrà essere sincronizzato con il tablet. Sarà dotato di tastiera, ma non avrà fotocamera. Mancheranno anche il menu e pagina di benvenuto.

Il telefono sarà inoltre in grado di funzionare per 30 giorni in modalità di riposo, senza necessità di essere ricaricato. I creatori di questo apparecchio promettono di lanciarlo nell'autunno del 2014. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta