Criminalità, risolto l'88 per cento dei reati

Il Comitato investigativo ha fatto luce su buona parte degli oltre 12mila omicidi e tentati omicidi commessi in Russia nel 2013

Gli investigatori nell'ultimo anno hanno risolto buona parte dei crimini commessi. Lo ha annunciato il Comitato investigativo russo, secondo il quale gli inquirenti hanno risolto l'88 per cento di oltre 12.300 casi di omicidi e tentati omicidi commessi in Russia nel 2013. Il numero di omicidi nel Paese, poi, è sceso del 6,8 per cento rispetto al 2012, così come scrive Ria Novosti.

Il portavoce del Comitato investigativo ha inoltre precisato che nell'ultimo anno è stata fatta luce su 570 omicidi e 204 casi di stupro avvenuti in passato. Si sta lavorando anche per risolvere altri casi.

In totale, tra il 2008 e il 2012, secondo il portavoce del Comitato, la polizia russa ha identificato i colpevoli di altri 33.500 vecchi reati, tra cui 3.400 omicidi.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta