Greenpeace, amnistia per Christian. L'attivista può ora tornare a casa

Ora dovrà attendere il visto di transito con il quale potrà lasciare la Russia

È stato l'ultimo dei trenta attivisti a essere informato ufficialmente dell'amnistia. Ma ora anche Christian D'Alessandro, l'attivista di Greenpeace, si è visto notificare la chiusura del procedimento per "teppismo" grazie all'amnistia approvata dalla Duma di stato.

Undici dei 26 ambientalisti hanno già ottenuto il visto di transito, con il quale potranno lasciare la Russia. L'italiano potrà ottenerlo nelle prossime ore. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta