Kalashnikov, il suo ufficio trasformato in museo

Il luogo dove lavorava il padre del fucile d'assalto più famoso del mondo resterà inalterato e si prepara ad accogliere i visitatori

La Russia saluta Mikhail Kalashnikov. E pensa a come inserire il suo nome nella storia. A poche ore dalla notizia della sua morte, Konstantin Busygin, amministratore delegato della fabbrica di armi di Izhevsk, ha annunciato che si sta prendendo in considerazione l'ipotesi di trasformare il suo ufficio in museo.

"Sicuramente l'ufficio di Kalashnikov resterà inalterato - ha annunciato, così come scrive Interfax -. Realizzeremo un piccolo museo. La gente che verrà a farci visita avrà la possibilità di vederlo".

Il padre del fucile d'assalto verrà probabilmente seppellito nella Cattedrale di San Michele di Izhevsk. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta