Roma in festa per il Gran Ballo Russo

Musiche della tradizione russa, valzer e costumi spettacolari. La capitale italiana ospita una nuova edizione dell'evento di gala, che riunirà importanti esponenti del mondo culturale, politico e commerciale russo e italiano

Un tuffo nella Russia ottocentesca. Con omaggi a Pushkin, Tolstoj e Tchaikovsky. L'11 gennaio 2014, all'interno dei suggestivi saloni dell'hotel St. Regis di Roma, Yulia Bazarova, rappresentante della rivista Italia. La vita come arte e della compagnia Eventi Rome, insieme alla Compagnia Nazionale di Danza Storica, diretta da Nino Graziano Luca, in collaborazione con Paolo Rutili Dragonetti De Torres, presenta la seconda edizione del Gran Ballo Russo.

La Compagnia Nazionale di Danza Storica (Foto: Ufficio Stampa)

Sulle note delle più belle arie russe, accompagnati da costumi originali e coreografie spettacolari, gli artisti si esibiranno in un alternarsi di valzer, mazurche, polche e galop. Molti degli abiti saranno realizzati da sartorie artigianali e prenderanno ispirazione dai quadri ottocenteschi e da alcune pubblicazioni dell'epoca.

In occasione del Gran Ballo Russo saranno ricordate indimenticabili figure che hanno segnato la storia di questo Paese, da Natasha Rostova ad Anna Karenina, da Pushkin a Tolstoj, passando per Tchaikovsky. L'evento, organizzato per promuovere il dialogo tra la cultura italiana e quella russa, è stato ideato nel 2011 da Nino Graziano Luca, cultore di Storia della Danza e dello Spettacolo all’Università di Roma “La Sapienza”, autore del libro "Gran Ballo dell’800".

Un momento della festa (Foto: Ufficio Stampa)

Alla nuova edizione del Gran Ballo Russo parteciperanno rappresentanti istituzionali italiani, ambasciatori, diplomatici, giornalisti, intellettuali, artisti, esponenti della comunità russa e di aziende italiane e russe.

L'evento, durante il quale verrà consegnato un premio letterario a chi meglio ha reso omaggio alla Russia, si svolge con il patrocinio dell’Ambasciata della Federazione Russa, del Foro di Dialogo Italo-Russo delle società civili, del Centro Russo della Scienza e della Cultura (Rossotrudnicestvo), della Fondazione "Centro per lo sviluppo dei rapporti Italia Russia", del Comune di Roma e "Chaîne des Rôtisseurs".

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta