Russia Beyond the Headlines commenta la nascita in Russia della nuova agenzia di stampa Rossija Segodnja

La nascita della nuova agenzia Rossija Segodnja e la posizione di Russia Beyond the Headlines

La notizia secondo la quale il progetto internazionale Russia Beyond the Headlines, patrocinato da Rossijskaja Gazeta, sarebbe stato inglobato nell’agenzia statale di stampa creata il 9 dicembre 2013 e chiamata Rossija Segodnja (in Italiano, Russia Oggi, ndr), non corrisponde al vero. Stando al decreto emesso dal Presidente Vladimir Putin il 9 dicembre 2013 con l’obiettivo di migliorare l'efficienza dei mezzi di comunicazione statali (consultabile sul sito: http://www.kremlin.ru/acts/19805), la nuova agenzia di informazione internazionale Rossija Segodnja nasce dall’accorpamento di Ria Novosti con la radio pubblica La voce della Russia.

Rossijskaja Gazeta e il progetto internazionale da essa patrocinato Russia Beyond the Headlines, realizzato dalla Direzione dei progetti internazionali di Rossijskaja Gazeta in 22 Paesi stranieri e su Internet, non rientrano nella nuova struttura di Rossija Segodnja. E rimangono a tutti gli effetti supporti informativi separati e indipendenti.

Sotto l’egida di Russia Beyond the Headlines vengono pubblicati supplementi mensili dedicati alla Russia contemporanea su 28 diversi quotidiani in 22 Paesi. Oltre ai supplementi su stampa, Russia Beyond the Headlines cura 18 siti Web in 16 lingue. “In certe lingue e in alcuni Paesi i nomi di questi supplementi e dei relativi siti Web tradotti assomigliano molto al nome dell’agenzia di nuova formazione Rossija Segodnja", spiega la caporedattrice de La Russie d'Aujourd'hui (il progetto francese di Rossijskaja Gazeta, ndr), Maria Afonina. “Ed è a ciò che si deve, forse, la confusione nei commenti e negli articoli della stampa estera”.

Nell’agosto del 2013 si è dato inizio a un’operazione di redesign e rebranding che ha coinvolto alcuni prodotti esteri di Rossijskaja Gazeta. Per il momento essa ha interessato solo i supplementi che vengono pubblicati sul Daily Telegraph nel Regno Unito, sul Washington Post negli Stati Uniti, e sul Folha de S. Paolo in Brasile. Suddetta operazione continuerà anche nel 2014, quando ormai la maggior parte dei supplementi e dei siti Web di Russia Beyond the Headlines verranno riuniti sotto lo stesso nome e marchio. Ciò riguarderà, ad esempio, Russland Heute (supplemento di Sueddeutsche Zeitung, Germania), Russia Oggi (La Repubblica, Italia), La Russie d'Aujourd'hui (Le Soir e Le Figaro, Belgio e Francia), tutti facenti parte del progetto Russia Beyond The Headlines.

Russia Beyond the Headlines (RBTH)
Lanciato nel 2007 da Rossijskaja Gazeta, Russia Beyond the Headlines (RBTH) è un progetto editoriale internazionale che pubblica supplementi mensili relativi alla Russia contemporanea sulle principali testate internazionali. A oggi, il progetto coinvolge 28 edizioni in 16 lingue, in 22 Paesi. La tiratura complessiva di tutti i supplementi internazionali di “RG” è di circa 9,9 milioni di copie e copre oltre 33 milioni di lettori. Le risorse online di RBTH includono anche progetti speciali, versioni mobile dei siti, riviste digitali, applicazioni in lingua inglese e tedesca per iPad e il portale di informazione e analisi Russia Direct.

Nel corso dell'ultimo anno, il pubblico digitale del progetto è cresciuto del 135 per cento e il numero di visite ai vari siti continua a crescere mensilmente con una media del 10-14 per cento. I sondaggi realizzati a novembre 2013 su 8 siti del progetto hanno dimostrato che i temi coperti vengono seguiti e letti con grande interesse dal pubblico. Più della metà dei lettori ha arricchito la propria conoscenza della Russia grazie al progetto, mentre circa il 40 per cento di essi ha migliorato la propria opinione sul Paese.

Gli utenti apprezzano il progetto per l'unicità e la pertinenza dei contenuti, nonché per la possibilità di conoscere le opinioni dei principali esperti russi. Nel team della direzione internazionale di "RG" lavorano 120 persone.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta