La Russia cancella parte del debito con Cuba

L'accordo finale prevede l'eliminazione del 90 per cento della somma che L'Avana dovrebbe versare

La Russia ha cancellato il 90 per cento del debito contratto con Cuba ai tempi dell'Unione Sovietica. La notizia, riportata da Reuters, farebbe riferimento a un'intesa preliminare siglata dal premier russo Dmitri Medvedev durante la sua visita a L'Avana a ottobre 2013.

Cuba ora dovrà quindi pagare solo una minima parte dei 32 miliardi di dollari di debito contratto con l'ex Unione Sovietica.

Né la Russia né Cuba hanno rilasciato dichiarazioni ufficiali riguardo l'accordo.

Ora si studia la forma migliore di pagamento, anche se, secondo alcuni diplomatici, la cifra restante rappresenterebbe comunque una grossa somma per Cuba, attualmente a corto di liquidità.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta