Divieto di propaganda omosessuale, arriva la prima sanzione

La multa è stata imposta nella città di Arkhangelsk a un noto attivista LGBT

La Russia vieta la propaganda dell'omosessualità in presenza di minori. E arriva la prima sanzione. Nikolai Alekseev, noto militante LGBT, è stato condannato a pagare una multa di 4.000 rubli (circa 90 euro), "per essere stato visto con un uomo - si legge sulla stampa locale - davanti a una biblioteca per bambini. I due sono stati visti dalla polizia".

Si tratta della prima sanzione di questo genere, imposta da quando è entrata in vigore la legge.

Non è la prima volta che Alekseev incorre in queste sanzioni: la multa precedente gli era stata inflitta nel 2012 a San Pietroburgo, dove era già in vigore un simile provvedimento.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie