Topolino sbarca in Russia, nel 2014 i primi Disney Store

Il più celebre colosso dell’intrattenimento per bambini è pronto a inaugurare tre negozi ufficiali a Mosca e San Pietroburgo, in attesa di trovare un partner locale nel più grande mercato europeo del giocattolo

Topolino, Paperino e tutti gli altri personaggi della famiglia Disney sono pronti a sbarcare in Russia: secondo quanto riporta il quotidiano Kommersant, la più grande multinazionale americana dell’intrattenimento sarebbe prossima ad aprire, nel corso del 2014, i primi tre negozi ufficiali. I vertici russi della compagnia non hanno confermato la notizia, che l’organo di stampa afferma di aver appreso da una fonte interna.

Alcuni operatori del settore real estate avrebbero riferito che la società è interessata all’acquisto di punti vendita da 300-500 metri in due degli ipermercati Mega di Mosca e nello shopping center Galeria di San Pietroburgo. Pare inoltre che sia già stato avviato il processo di selezione del partner locale che affiancherà il gruppo nel lancio di due catene (Disney Play e Disney Style), destinate rispettivamente alla vendita al dettaglio di giocattoli e di abbigliamento.

La Disney, afferma la fonte di Kommersant, offrirebbe al rivenditore russo la possibilità di aprire 100 negozi per ciascuno dei due rami, in cambio del pagamento delle royalties sull’utilizzo del marchio ufficiale: stando alle stime fornite dall’immobiliare Dna, l’investimento dovrebbe aggirarsi tra i 37,5 e i 60 milioni di dollari.

Nel 2012 la Russia è diventata il primo mercato europeo del giocattolo, superando anche la Germania: le dimensioni di questo business ammontano a 662 miliardi di rubli all’anno, pari a circa 15 miliardi di euro. Si tratta però di un mercato molto frastagliato, tanto che la quota aggregata dei principali operatori non supera il 20 per cento del totale.

La filiale russa della Walt Disney Company, inaugurata nel 2006, è attiva tra l’altro nella distribuzione cinematografica (al momento, ad esempio, è responsabile per il noleggio del film "Stalingrad") e nell’emittente Disney Channel. Nel 2012 ha fatturato 2.568 milioni di rubli (58,7 milioni di euro), un terzo dei quali provenienti dalla concessione delle licenze per i beni di consumo.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie