Esplode un autobus a Volgograd +++AGGIORNAMENTI

Secondo il Comitato nazionale anti-terrorismo si è trattato di un attentanto: almeno cinque i morti, decine i feriti, di cui alcuni in gravi condizioni

È di quattro morti e sette feriti il bilancio dell’esplosione avvenuta il 21 ottobre 2013 in un autobus a Volgograd.

Secondo quanto riportato dal Centro regionale meridionale per le Situazioni di Emergenza, l’esplosione, avvenuta alle 14.25 ora di Mosca (le 12.25 in Italia), sarebbe stata causata da un guasto all’impianto a gas.

Da quanto si apprende da Ria Novosti, l’esplosione sarebbe avvenuta nel quartiere Krasnoarmejnskij, vicino alla fermata Lesobaz.

In passato conosciuta con il nome di Stalingrado, la città di Volgograd si trova nella Russia Europea, lungo le rive del fiume Volga.

+++AGGIORNAMENTO ORE 14+++

Così come riferito dal Comitato nazionale antiterrorismo, è stata scartata l’ipotesi di incidente e si inizia a parlare di attacco terroristico. Secondo Ria Novosti nell’esplosione avvenuta a Volgograd, causata da una bomba, sono morte almeno cinque persone. Decine i feriti, di cui sette in gravi condizioni.

Il mezzo, sul quale viaggiavano una quarantina di passeggeri, stava percorrendo la tratta “Università Statale-Cinema Yubilejnij”. La deflagrazione è avvenuta nei pressi della fermata Lesobaza, in via Lazorevaya, e in questa stessa zona sono stati rinvenuti frammenti dell’ordigno.

Leggi il nostro articolo sull'argomento e guarda il video dell'esplosione cliccando qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond