Mosca si fa sempre più verde: pronti 1,6 miliardi di euro per il riciclaggio dei rifiuti

L’amministrazione comunale è disposta a spenderli in quindici anni per finanziare lo smaltimento ecologico della spazzatura; la gara d’appalto per il servizio terminerà alla fine di novembre 2013

Il Comune di Mosca è pronto a spendere 71,36 miliardi di rubli (pari a 1,6 miliardi di euro) per incrementare le iniziative legate al riciclaggio dei rifiuti nei prossimi quindici anni, secondo quanto riportato dal quotidiano Vedomosti.

Le autorità hanno lanciato nel 2012 un programma sperimentale di smaltimento nel distretto sudoccidentale della città e hanno intenzione di estenderlo ad altri quattro distretti a partire dal 1° gennaio 2014. I distretti Ovest, Nord, Nord-Est e Sud-Est saranno, dunque, coinvolti nell’iniziativa.

La gara per l’appalto del servizio è già cominciata e il vincitore dovrebbe essere scelto alla fine di novembre 2013. All’appaltatore si richiede anche di creare la propria infrastruttura di smaltimento, compresi gli impianti, i trasporti specializzati e le discariche.

La MKM Logistics è stata finora l’unica azienda ad avanzare offerte, anche se una fonte vicina al Comune ha informato Vedomosti che un’altra società, la Ekoline, è interessata alla ricerca di un contratto per entrare nel business della nettezza urbana a Mosca. Come è già avvenuto in precedenza, il Comune prevede di finanziare l’attività, fornendo un sussidio di 2,08 rubli al mese su ogni metro quadrato di spazio residenziale, per il trasporto dell’immondizia.

Per leggere l'articolo in versione originale cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta