Ortona-Volgograd, una mostra in Abruzzo per celebrare il gemellaggio

L’esposizione fotografica “Stalingrado: il sacrificio che liberò il mondo” ricorda i tragici eventi bellici di cui fu protagonista la città russa

Foto: Ufficio Stampa

L'inaugurazione della mostra di Ortona alla presenza delle autorità (Foto: Ufficio Stampa)

Ad Ortona (Chieti) entrano nel vivo le celebrazioni del gemellaggio con la città russa di Volgograd, un tempo nota come Stalingrado e sede di una delle più importanti e terribili battaglie del secondo conflitto mondiale, rievocati in 3D in un film di Fedor Bondarchuk.

Foto: Ufficio Stampa
La locandina
della mostra di Ortona
(Foto: Ufficio Stampa)

La giornata di domenica 13 ottobre 2013 è cominciata con un momento solenne al Sacrario delle vittime civili della Seconda Guerra Mondiale e al monumento ai caduti di Ortona, presso il cimitero locale. Nella stessa mattina si è celebrata in cattedrale una messa in memoria dei caduti terminata con la preghiera ecumenica; alle 12,30 l’inaugurazione della mostra fotografica sulla battaglia di Stalingrado, dal titolo “Stalingrado: il sacrificio che liberò il mondo”.

L’esposizione, ospitata a Palazzo Farnese fino al 14 novembre 2013 (orari di apertura 9-13, 16-19.30), comprende quindici pannelli curati dalla direzione del museo Panorama di Stalingrado, una raccolta di copertine della “Domenica del Corriere” dedicate a quegli avvenimenti e di lettere spedite dai combattenti al fronte, nonché una saletta multimediale per i documentari.

“Tutto il materiale resterà di proprietà del Comune di Ortona - ha spiegato il presidente del comitato Ortona-Stalingrad, Giulio Napoleone, nel corso dell’inaugurazione, - e andrà a formare una mostra permanente sulla battaglia di Stalingrado che sarà a breve realizzata in città. Creeremo un avamposto di Volgograd ad Ortona che renderà la città internazionale”.

Il sindaco di Ortona, Vincenzo d’Ottavio, ha parlato delle celebrazioni come di “un primo tassello, che si inserisce nel progetto più ampio che è quello della sigla del gemellaggio che avverrà a dicembre 2013, inizio di un percorso di vicinanza dei due popoli impegnati a tramandare il ricordo dei fatti avvenuti e a costruire un percorso di pace e fratellanza”. 

Altri appuntamenti culturali sono in programma in vista del gemellaggio e della ricorrenza del 70mo anniversario della battaglia di Ortona.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta