Accordo tra Erg e Lukoil per la cessione della raffineria Isab ai russi

La nuova proprietà ha annunciato un investimento da un miliardo e mezzo di euro in due anni in Sicilia

Il consiglio di amministrazione del gruppo Erg, che fa capo alla famiglia Garrone, ha deliberato, nella giornata del 10 ottobre 2013, la cessione delle residue quote di proprietà della raffineria Isab di Priolo Gargallo (Siracusa) all’azienda petrolifera russa Lukoil.

L’operazione permette alla Erg di incassare 400 milioni di euro per l’ultimo 20 per cento della proprietà che era rimasto nelle sue mani e alla compagnia pubblica russa di arrivare a controllare il 100 per cento dello stabilimento siciliano. In questo modo Erg completa l'uscita dal settore della raffinazione.

L'ingresso di Lukoil nella raffineria di Priolo Gargallo era avvenuto nel luglio 2008, con l’acquisizione del 49 per cento delle quote. Il presidente di Confindustria Siracusa, Francesco Siracusano, si è detto “moderatamente ottimista” riguardo al futuro del complesso industriale: “Certo non di sviluppo possiamo parlare - ha dichiarato al quotidiano La Sicilia, - ma di consolidamento, sì”.

Siracusano ha ricordato, inoltre, come solo pochi mesi fa, nell'aprile 2013, il presidente di Lukoil, Vagit Alekperov, abbia annunciato al presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta un investimento di un miliardo e mezzo di euro in due anni, per il miglioramento degli impianti di Siracusa.

“Gli stabilimenti di raffinazione Lukoil che sorgeranno a Siracusa lavoreranno con nuove tecnologie e soprattutto rispetteranno l’ambiente”, aveva affermato, sempre in quell'occasione, il magnate russo Alekperov. Il piano d'investimenti russo si annuncia come una boccata d'ossigeno per l'economia regionale siciliana.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie