Il balletto del San Carlo di Napoli incanta San Pietroburgo

Entusiasmo al Teatro Mariinskij per la prèmiere russa dello spettacolo di danza dei partenopei sulle note dei “Carmina Burana”

Foto: N. Razina / Ufficio Stampa

Un'immagine di scena di "Carmina Burana" al Mariinskij di San Pietroburgo (Foto: N. Razina / Ufficio Stampa)

Oltre dieci minuti di applausi hanno salutato, nella serata di mercoledì 25 settembre 2013, il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli, in scena al Mariinskij di San Pietroburgo per la première russa di “Carmina Burana” di Carl Orff firmato Shen Wei.

Napoli-Pietroburgo, col balletto
è amore a prima vista

Lo spettacolo, diretto dal coreografo sino-americano, che ha curato anche le scene e i costumi, ha acceso l’entusiasmo del pubblico pietroburghese, registrando importanti consensi in un Paese come la Russia che ha scritto pagine fondamentali nella storia della danza e che, da sempre, riserva grande considerazione e attenzione all’arte coreutica di tradizione e d’avanguardia.

Tutto esaurito, dunque, sia per la prima che per la replica di giovedì 26 settembre 2013. Il Corpo di Ballo del San Carlo, diretto da Alessandra Panzavolta, i danzatori della Shen Wei Dance Arts, il Coro e l’Orchestra del Mariinskij guidati dallo spagnolo Jordi Bernàcer, hanno incantato il pubblico con l'allestimento scenico surreale e visionario dei “Carmina Burana”.

Alla prima serata erano presenti anche il presidente della Fondazione Teatro di San Carlo e sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e la sovrintendente del Teatro, Rosanna Purchia, accolti dal console generale d'Italia a San Pietroburgo, Luigi Estero.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta