In Russia si progetta la prima stampante d'organi 3D

Per realizzare la “biostampa” verranno utilizzati dei conglomerati sferoidali di cellule staminali umane

A breve gli scienziati russi saranno in grado di creare e clonare gli organi umani. A Mosca è stato aperto il primo laboratorio di “stampa biologica”, nel quale organi e tessuti umani potranno esser riprodotti in 3D. Sarà quindi possibile effettuare i trapianti con maggior semplicità, rapidità e in modo sicuro per gli esseri umani, in quanto in nuovi organi verranno creati a partire dalle cellule del paziente stesso.

Per realizzare la “biostampa” verranno utilizzati dei conglomerati sferoidali di cellule staminali umane. Grazie a queste e a uno speciale biogel si stamperanno i tessuti e i componenti di quelli che in seguito diverranno organi umani.

I laboratori 3D Bioprinting Solution lavoreranno assieme all’Istituto di genetica generale Vavilov di Mosca. I membri del progetto hanno in programma la realizzazione di un congegno robotizzato che possa creare degli sferoidi di cellule alla velocità di 10mila gocce al secondo.

Per leggere la notizia in versione integrale cliccare qui


Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond