Al via a Mosca il Premio Kandisky, curato dall'italiano Antonio Geusa

Fino al 10 novembre 2013, nei locali dell’ex cinema Udarnik, la più grande rassegna indipendente di arte contemporanea in Russia che premierà il progetto dell'anno e un giovane emergente

Dal 12 settembre al 10 novembre 2013 torna la più grande rassegna indipendente di arte contemporanea in Russia, il Premio Kandinsky, organizzato dalla Fondazione ArtChronika. Curatore dell’iniziativa è il critico italiano Antonio Geusa, considerato uno dei massimi esperti di videoarte russa e nuove tecnologie.

Per l’edizione 2013 del Premio sono in gara 20 opere nel concorso principale (“Project of the Year”) e 17 progetti di giovani artisti (“Project of the Year – Young Artist”), suddivisi in differenti sezioni ed esposti nei locali dell’ex cinema Udarnik di Mosca.

Grande spazio è dedicato in questa edizione ai legami tra arte contemporanea e cinema e ai temi della protesta sociale e politica. Un aspetto inconsueto della rassegna è la possibilità per gli artisti stessi, oltre che per le gallerie e le istituzioni culturali, di presentare in concorso le proprie opere: per l’edizione 2013, 372 artisti hanno illustrato i loro lavori nel corso della selezione preliminare.

Il Premio Kandinsky, assegnato dalla giuria di esperti internazionali e curatori della Fondazione ArtChronika, prevede un riconoscimento pari a 40mila euro per il vincitore del “Project of the Year” e a 10mila euro per il giovane artista più promettente, che verranno entrambi premiati nel dicembre 2013. Le opere di vincitori e finalisti verranno esposte nelle maggiori città europee.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta