Europei di volley femminile, la Russia vale oro

La Nazionale di Marichev torna al successo nella competizione continentale dopo 12 anni: a Berlino battuta la Germania per 3-1

Una Russia rinnovata torna sul primo gradino d’Europa a dodici anni dall’ultimo successo: le ragazze allenate dal ct Marichev si impongono in finale a Berlino, il 14 settembre 2013, sulla Germania, piegata in quattro set per 3-1 (25-23, 23-25, 25-23, 24-14).

Per la Nazionale russa, campione del mondo in carica, è il quinto titolo europeo nella storia, a coronamento di un torneo dominato fin dalle prime battute. Alle campionesse vanno anche due premi individuali, con Ekaterina Pankova (miglior palleggiatrice) e Tatiana Kosheleva, incoronata miglior giocatrice dell’Europeo.

Nulla da fare per le tedesche allenate dal modenese Giovanni Guidetti, che si consolano comunque con un insperato argento.

Una soddisfazione per lo sport italiano arriva anche grazie a Sebastiano Chittolini, preparatore atletico della squadra di Marichev e pronto ad accasarsi alla Dynamo Mosca per la prossima stagione.

Con il trionfo europeo di sabato 14 settembre 2013 la Russia si conferma tra le possibili avversarie più temibili per la nostra Nazionale, in vista dei Mondiali 2014 che verranno ospitati proprio in Italia.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta