Alla Russia il 68mo posto nella classifica della felicità

La Federazione scala otto posizioni nel World Happiness Report 2013 dell’Onu, rispetto al 2012

L’Onu ha pubblicato una classifica dei Paesi più felici nel mondo e ha messo la Russia al 68mo posto. La lista riguarda l'anno 2013 ed è basata su alcuni indicatori di benessere. La Federazione guadagna otto posizioni rispetto al 2012.

Gli autori hanno preso a riferimento i sei principali indicatori di un’esistenza tranquilla: Pil pro capite reale, aspettativa di vita sana, possibilità di fare affidamento su qualcuno nel proprio ambiente, grado personale di libertà nelle proprie scelte di vita, libertà dalla corruzione e generosità.

Le condizioni migliori, secondo i ricercatori, sono quelle di cui godono gli abitanti del Nord Europa. Dai dati è emerso, infatti, che le persone più felici vivono in Danimarca, collocata in cima alla classifica. Dietro c’è la Norvegia; e, poi, Svizzera, Paesi Bassi e Svezia. Tutti Paesi del Centro-Nord Europa.

Ma nel resto del continente, a detta degli analisti dell’Onu, il quadro non è così roseo: stati come l’Ungheria, la Serbia e la Macedonia sono comparsi nel ranking (che comprende 156 nazioni) solo dopo il centesimo posto.

Lo studio, che è stato pubblicato sul sito Web delle Nazioni Unite, contesta, dunque, fortemente la diffusa convinzione secondo cui in tutta Europa si vivrebbe una vita mediamente felice.

Quanto alla Russia, il Paese si piazza al 68mo posto della classifica, scalando ben 8 posti rispetto al 2012. Ad ogni modo, il “tasso di felicità” della Russia rimane più basso di quello rilevato in Paesi come il Giappone (43mo), gli Stati Uniti (17mi) e Israele (11mo).

Agli ultimi posti gli Stati africani: chiudono l’elenco la Repubblica Centrafricana (154ma), il Benin (155mo) e Togo (156mo).

Per maggiori informazioni cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta