Cinema, "Zima" premiato al Festival di Locarno

Realizzato in Russia nell'ambito del progetto Cinetreno, il cortometraggio di Cristina Picchi si è aggiudicato il premio Pardino d’argento, ottenendo poi la nomination all’European Film Awards

Continua a riscuotere successi il cortometraggio “Zima” di Cristina Picchi, girato in Russia nell’ambito del progetto Cinetreno: al Festival del film di Locarno, che si è tenuto da 7 al 17 agosto 2013, il lavoro cinematografico della giovane regista toscana ha vinto il premio Pardino d’argento, ottenendo poi la nomination all’European Film Awards.

Realizzato in treno, il film ritrae una realtà dove il confine tra la vita e la morte, in queste regioni conosciute per il grande freddo, diventa labile. Quasi inesistente. Nella Russia più profonda le persone, l’ambiente e gli animali diventano parte di un unico ciclo, dove la natura impone le sue regole senza tempo.

Cristina Picchi è “salita” sul Cinetreno a inizio 2013 per raccontare, insieme a una ventina di giovani cineasti, la Russia e i suoi stereotipi, documentati nelle zone più sconfinate di questo Paese.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta