In Russia in arrivo un boom di nascite

Lo rivela uno studio condotto dall'Università di Arkhangelsk: un andamento in controtendenza rispetto al calo avuto in passato

Nessun crollo delle nascite in vista nei prossimi anni in Russia: nel Paese non solo si è registrato un aumento del tasso di natalità, ma ci si aspetta un vero baby-boom. Questi i risultati della ricerca condotta dal Centro di studi dei problemi della popolazione, della facoltà di economia dell’Università Mgu di Arkhangelsk.

Sedici figli, niente elettricità:
benvenuti a casa Solovey

“In nessun’altro posto si registra un tale aumento delle nascite come in Russia – si legge nel report -. Una cosa molto importante, visto il calo avuto in precedenza”.

Secondo lo studio l’aumento delle nascite in Russia è dovuto al miglioramento delle condizioni economiche del Paese, e all’aumento degli aiuti statali a sostegno delle famiglie. Ciò ha comportato una crescita del tasso delle nascite (che indica il numero medio di figli per ogni donna in età fertile) dal 2006 al 2011, passato dall’1,3 all’1,6.

Interessante notare che, secondo quanto riportato dallo studio, nascono molti più bambini in provincia che in città. Il picco delle nascite, inoltre, lo si registra tra i 25 e i 30 anni.

Il baby-boom, inoltre, arriva soprattutto con il secondo e terzogenito: l’aumento dei primogeniti, secondo lo studio, resta ancora piuttosto basso.

Per leggere la versione originale dell'articolo, cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta