Ai Bloodhound Gang vietato l'ingresso in Russia per 5 anni

La band americana ha profanato la bandiera russa durante un concerto a Odessa, in Ucraina. La decisione è stata presa dal Servizio federale per l'immigrazione

Ai membri della band americana Bloodhound Gang, accusati di vilipendio della bandiera russa, è vietato l'ingresso nella Federazione per cinque anni dal Servizio federale dell'immigrazione.

Un'inchiesta per vilipendio di un simbolo dello Stato è stata avviata in Russia a carico della rock band americana, che, nel corso di un'esibizione a Odessa, in Ucraina, aveva messo in scena un'azione anti-Putin. Il bassista del gruppo, Jared Hasselhoff, si era infilato nei boxer il tricolore russo prima di gettarlo al pubblico esclamando: "Non riferitelo a Putin".

Nell'immediato era stata annullata la loro successiva esibizione al festival Kubana di Anapa, sul Mar Nero, a 1.500 chilometri da Mosca.

Come riporta La Voce della Russia, il diritto penale della Federazione prevede una condanna pari a un anno di detenzione per oltraggio alla bandiera della Russia.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie