Italia-Russia, accordo sul progetto di Corridoio Verde Doganale

L'importante risultato - unico in Europa - raggiunto da Roma, dopo un anno di negoziati, è stato annunciato dall'ambasciatore Antonio Zanardi Landi al forum di Confindustria a Mosca

All'assemblea di Confindustria Russia, alla presenza del numero uno di viale dell'Astronomia Giorgio Squinzi, appositamente a Mosca per l'appuntamento del 31 luglio 2013, l'ambasciatore italiano Antonio Zanardi Landi ha annunciato il raggiungimento dell'accordo tra i due Paesi sul progetto di Corridoio Verde Doganale.

Il risultato è stato raggiungo dopo un anno di intensi negoziati e così l'Italia è il primo Paese dell'Unione Europea a poter usufruire di questi vantaggi commerciali: passaggio agevolato, tempi e prezzi ridotti per i prodotti nazionali.

Come sottolinea l'Ambasciata d'Italia a Mosca in un comunicato, "il protocollo sul quale è stata raggiunta un’intesa permetterà, una volta entrato in vigore, un più rapido ed efficace scambio di dati tra l’Agenzia delle Dogane italiana e il servizio Doganale Federale russo, con un netto miglioramento delle procedure e conseguente riduzione dei tempi e dei costi di sdoganamento. Il prezzo finale del prodotto diminuirà, con prevedibile aumento della domanda e, di conseguenza, del volume delle nostre esportazioni".

L’ambasciatore Zanardi Landi ha espresso l’auspicio che l’accordo possa essere finalizzato in occasione del Vertice Intergovernativo italo-russo, che si svolgera’ in Italia il 26 novembre 2013.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta