Il "Pugliese nel mondo" risiede a Pietroburgo

L'artista italiano Francesco Attolini, da alcuni anni molto attivo in Russia, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento per l’arte contemporanea

La cerimonia di consegna del premio (Foto: Ufficio Stampa)

Il premio “Pugliesi nel mondo” 2013 per l’arte contemporanea arriva in Russia. A vincerlo, dopo aver varcato i confini della Federazione, è l’artista barese Francesco Attolini, classe 1974, che il 13 luglio 2013 a Taranto ha ricevuto il riconoscimento.

Presentato dal Consolato italiano a San Pietroburgo come un “artista eclettico”, capace di “conquistare nel corso di pochi anni una posizione di primo piano tra gli stranieri attivi nella Federazione”, Attolini è ora direttore artistico delle Gallerie Che e OIOIOI di San Pietroburgo.

Laureatosi all’Accademia di Belle Arti di Bari, Attolini ha raggiunto San Pietroburgo nel 2009, dove ha iniziato a collaborare con il Consolato italiano e l’Istituto italiano di Cultura che negli ultimi anni hanno sostenuto e promosso alcune sue iniziative.

Tra i vari progetti da lui realizzati si ricordano la mostra personale "Identificatsya - Self portrait", composta di 27 video installazioni, e "Etazhi - Loft proekt". Nel 2013 Attolini ha iniziato a collaborare come artista e curatore con la Rizzordi Art Foundation, inaugurando una mostra di arte contemporanea italiana con 5 artisti e 85 opere che danno vita a un nuovo movimento artistico: il significativismo.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta