Bolshoj, cambio di poltrone al vertice: Urin nuovo direttore

Prenderà il posto di Anatoly Iksanov, rimasto a capo dello storico teatro per tredici anni

Nuovo colpo di scena sul palco del Bolshoj. Dopo i numerosi scandali che negli ultimi mesi hanno interessato il teatro moscovita, ora si apre un nuovo capitolo: lo storico direttore del teatro, Anatoly Iksanov, è stato licenziato. Al suo posto, dopo 13 anni di lavoro, arriva Vladimir Urin, dal 1995 direttore del teatro musicale Stanislavski e Nemerovich-Danchenko della capitale russa. L’annuncio è arrivato dal ministro russo della Cultura, Vladimir Medinskij.

Nessun commento da parte di Sergei Filin, direttore artistico del teatro, in Germania per affrontare le cure dopo l’attacco con l’acido, avvenuto il 17 gennaio 2013, che gli ha rovinato la vista.

“Filin è a conoscenza del cambiamento avvenuto al Bolshoj e non ha niente da dire a proposito – ha fatto sapere l’avvocato di Sergei Filin, Tatiana Stukalova, citata da Ria Novosti -. Posso solo dire che tra Filin e Iksanov ci sono sempre stati normali rapporti di lavoro. Hanno collaborato per tre anni”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta