Grandi Stazioni e l'accordo con le ferrovie russe

La società italiana metterà a disposizione il proprio know-how per migliorare il sistema di snodo ferroviario della Federazione
Fabio Battaggia, amministratore delegato
di Grandi Stazioni (Foto: Ufficio Stampa)

Il know-how italiano per ammodernare il sistema ferroviario russo. In occasione dell’ottavo forum internazionale “1520 Strategic Partnership” dedicato al business ferroviario, tenutosi a Sochi, Grandi Stazioni, la società del Gruppo Ferrovie dello Stato, partecipata da Eurostazioni, e Rzd Ferrovie di Stato Russe hanno siglato un accordo di collaborazione per il supporto nella progettazione e nello sviluppo della rete ferroviaria nella Federazione.

Dopo la collaborazione per il progetto di riqualificazione di tre stazioni nella regione di San Pietroburgo, la partnership tra le due società si fa sempre più intensa: l'accordo è stato siglato tra Fabio Battaggia, amministratore delegato di Grandi Stazioni, e Sergei Abramov, direttore dello sviluppo e gestione delle stazioni russe.

“Si tratta di un accordo molto importante per Grandi Stazioni - ha dichiarato Fabio Battaggia -. Il nostro know-how e la nostra capacità di gestione, che hanno contribuito a trasformare le grandi stazioni in Italia e in Europa, in particolare nella Repubblica Ceca dove abbiamo riqualificato e gestiamo due stazioni tra cui Praga Centrale, vengono ancora una volta confermati a livello internazionale. L’accordo prevede inoltre la possibilità di estendere ad altre stazioni il supporto architettonico, ingegneristico e commerciale di Grandi Stazioni”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta