Poesia, i finalisti del premio "Bella"

Il concorso, alla prima edizione e dedicato alla poetessa Akhmadulina, si pone l'obiettivo di rilanciare e promuovere l'arte in versi

Il premio russo di poesia "Bella", intitolato alla poetessa Bella Akhmadulina (1937-2010), ha scelto i cinque finalisti italiani: Carlo Carabba (33 anni, Roma), Matteo Munaretto (35 anni, Cuggiono, Milano), Oliver Scharpf (35 anni, Lugano), Andrea Marchesi (30 anni, Bergamo) e Alessandro Rivali (35 anni, Genova). Questi i nomi dei finalisti che saranno presenti il 18 maggio 2013 a Verona, dove si conoscerenno i nomi dei vincitori.

Tre le categorie in concorso: "Poesia russa”, “Poesia italiana” e “Saggio critico-letterario o bibliografico sulla poesia contemporanea”.

Organizzato per testimoniare che la poesia è ancora viva e attiva, nonostante il sopravvento della comunicazione di massa e dei social media, il premio è stato istituito per parte russa dalla “Società degli amici di Tarussa, contributo per lo sviluppo”, dalla rivista Letteratura straniera, dall’Istituto letterario “Gorky”, dal Ministero della Cultura della regione di Kaluga e, per parte italiana, dall’Associazione Conoscere Eurasia.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta