Sochi 2014: la Georgia parteciperà e la fiaccola olimpica andrà nello spazio

Tbilisi ha sciolto le riserve e ha annunciato di mandare i suoi atleti alle Olimpiadi invernali. Mentre, la torcia finirà nelle mani dei due cosmonauti russi Oleg Kotov e Sergei Riasansky, sulla Stazione Spaziale Internazionale da settembre 2013

Due notizie importanti giungono a Sochi mentre fervono i preparativi per le Olimpiadi invernali del 2014. La prima è che la Georgia ha sciolto le riserve e ha annunciato di partecipare ai Giochi russi. La seconda è che la fiaccola olimpica volerà nello spazio.

In una riunione straordinaria, il Comitato olimpico nazionale georgiano ha deciso all'unanimità di inviare i suoi atleti alle Olimpiadi invernali di Sochi 2014, nonostante Tbilisi e Mosca non abbiano ancora riallacciato i rapporti diplomatici interrotti dopo la guerra dell'agosto 2008.

Tutto questo mentre è stato ufficializzato che la fiaccola olimpica farà un viaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), anzi, più precisamente, come riporta La Voce della Russia, “compirà un’uscità” nello spazio aperto. Se la passeranno l’un l’altro i cosmonauti russi Oleg Kotov e Sergei Riasansky, che si aggiungeranno all’equipaggio della Stazione a settembre 2013. 

Per portare la fiaccola olimpica in orbita, la data della partenza dell’astronave Sojuz con l’equipaggio di turno dell’Iss sarà anticipata. La fiaccola “spaziale” è uguale a quella terrestre. Fino all’ultimo è in dubbio la sua capacità di bruciare in modo regolare. Roskosmos, l'Agenzia Spaziale Russa, avrebbe deciso di non rischiare e di fare a meno del fuoco vivo in orbita; anche se, a quanto pare, la fiamma della fiaccola, in qualche modo, sarà imitata.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta