Putin firma la legge contro le parolacce

Il documento prevede multe per chi utilizza parole sconvenienti sui mezzi di comunicazione e su Internet

Putin mette al bando le parolacce. Il Presidente della Federazione ha firmato una legge che prevede multe salate per chi utilizza un linguaggio scurrile sui media: quello che i russi chiamano "mat". Il provvedimento, che, così come si legge su Ria Novosti, “stabilisce la responsabilità amministrativa per la produzione e la distribuzione di contenuto osceno sui mezzi di comunicazione di massa”, stabilisce sanzioni che possono variare dai 2.000 ai 3.000 rubli (dai 50 ai 75 euro). Le multe aumentano nel caso in cui a trasgredire siano funzionari pubblici .

Un testo che, secondo alcuni, rischia di far discutere: non è ben chiaro infatti quali siano di preciso le parole vietate, dal momento che non ne esiste un elenco. Ma verranno valutate di volta in volta da gruppi di esperti e filologi.

La legge, approvata dalla Duma e dal Consiglio della Federazione, nascerebbe dall’aumento delle lamentele da parte dei cittadini per l’utilizzo di parolacce nei mezzi di comunicazione e nei programmi televisivi. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie