Fuksas vince il concorso per il nuovo museo politecnico di Mosca

L'architetto italiano firmerà la nuova struttura che sorgerà sulle Colline dei Passeri della capitale russa

Sarà l’archistar Massimiliano Fuksas a firmare il nuovo museo politecnico di Mosca. L’architetto italiano, considerato uno dei più grandi architetti a livello internazionale, ha vinto il concorso per il progetto che sorgerà entro il 2017 sulle Colline dei Passeri, nel campus universitario della Lomonosov.

“È uno dei miei progetti più belli ed è una vittoria italiana”, ha commentato Fuksas che, pur essendo stato a Mosca già diverse volte (una di queste in occasione di ExhibItaly), firma per la prima volta un lavoro in Russia. “Il museo e il centro educativo – ha spiegato -, devono diventare una pietra miliare luminosa e rispecchiare l'immagine della nuova generazione”.

Il progetto verrà realizzato su una superficie di 40mila metri quadrati, per un costo totale di 180 milioni di dollari, e prevede la costruzione di quattro blocchi in rame che svetteranno da una piattaforma trasparente e aperta alla città. Il museo verrà allestito ai piani superiori, insieme a dei laboratori e ad alcuni spazi scientifici. Il piano terra ospiterà invece delle sale conferenza.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta