Confindustria Russia fa il punto a San Pietroburgo

Aumentano i visti rilasciati per la Federazione e c'è attesa per la realizzazione del "corridoio verde doganale"

Aumenta il numero dei visti per la Russia rilasciati dal Consolato. La notizia arriva da Confindustria Russia che, a termine dell’assemblea annuale organizzata il 22 marzo 2013 a San Pietroburgo, ha fatto sapere che si sta verificando un notevole aumento del rilascio dei documenti di ingresso rispetto al 2012 (sull’ordine del 90 per cento).

Alla riunione hanno partecipato una sessantina di imprenditori italiani, in rappresentanza di circa 15 aziende del Belpaese, insieme a manager e lavoratori italiani impegnati in Russia.

Prima della riunione il presidente Vittorio Torrembini, insieme al Console Luigi Estero, ha fatto visita allo stabilimento della Ariston, che produce scaldabagni elettrici e che recentemente ha ampliato la sua superficie produttiva.

Oltre al particolare apprezzamento manifestato nei confronti del lavoro svolto dal consolato italiano, l’assemblea, così come si legge in una nota diffusa, ha espresso “profonda insoddisfazione per la trasformazione dell’ufficio Ice in semplice punto di corrispondenza, e per il trasferimento a Roma del funzionario Italiano, presente in città da più di vent’anni”.

Durante l’incontro, infine, sono stati illustrati i programmi di Confindustria Russia, tra cui la realizzazione in via sperimentale di un “corridoio verde doganale” e di un hub logistico italiano alle porte di Mosca. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond