ExpoLive, business a portata di click

Il progetto, presentato durante un convegno a Pordenone, offre la possibilità di promuovere prodotti e servizi all'interno di un network di contatti selezionati

Avvicinarsi alla Federazione. Muovere i primi passi verso una realtà così sensibile al Made in Italy, ma non sempre facile da gestire. Presentato durante un convegno organizzato a febbraio 2013 a Pordenone dalla Regione Friuli Venezia Giulia e Informest, il nuovo progetto ExpoLive (www.expolive.it) si affaccia sul mercato con una sola parola d'ordine: internazionalizzazione.

Si tratta di uno strumento innovativo pensato per le imprese al fine di promuovere nuove relazioni economiche con la Federazione. Non un semplice sito Internet; molto di più di uno spazio offerto dai social media. ExpoLive offre infatti la possibilità di promuovere prodotti e servizi in un network di contatti selezionati, una rete di aziende fortemente interessate ad avviare a loro volta collaborazioni con realtà regionali.

“Questo convegno è soltanto l’inizio di un progetto che crede che l’internazionalizzazione debba essere un processo in continua evoluzione, aperto alle più moderne tecnologie – ha spiegato Silvia Acerbi, presidente di Informest -. ExpoLive è un passo fondamentale per allinearci con gli obiettivi dell’agenda digitale”.

Iscrivendosi al portale le aziende hanno infatti la possibilità di disporre di una propria “vetrina” dove presentare i propri prodotti e servizi e raggiungere nuovi mercati e clienti, interagendo con aziende russe qualificate e realmente interessate a sviluppare scambi economici e commerciali. Attualmente sono circa 120 le aziende che hanno già iniziato a utilizzare questo strumento, di cui circa 55 russe e il rimanente italiane.

Il progetto è nato alla luce delle grosse opportunità di investimento offerte dalla Russia: il Paese è infatti la nona economia mondiale, e le previsioni di crescita per il 2013 si attestano tra il 3,9 e 4,2 per cento. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie