A Chelyabinsk il primo centro visti italiano

Nella città sugli Urali è stato inaugurato un nuovo punto dove richiedere i documenti di ingresso

A Chelyabinsk ha aperto un centro visti italiano. Ora il centro è pronto a rilasciare i permessi per viaggiare in Europa. Se fino a prima la città più vicina dove poter richiedere i documenti era Ekaterinburg, adesso si può ottenere il permesso nell’arco di 10-14 giorni anche a Chelyabinsk. La notizia è stata resa nota dal Ministero dello Sviluppo Economico della regione.

L’accordo per la realizzazione del centro visti in questa città era stato siglato già nel 2011 nell’ambito di un progetto di collaborazione tra l’Italia e l’amministrazione regionale.

“La richiesta di allargare la collaborazione era stata avanzata per la prima volta durante la visita in Italia da parte di una delegazione del governatore della regione – ha fatto sapere il vice-governatore Yuri Klepov -. E oggi capiamo perfettamente l’importanza di aver aperto il primo centro visti della nostra regione”.

Per leggere la versione originale dell'articolo, cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie