Turismo, le Marche fanno gola alla Russia

Nasce "Marke", un nuovo progetto per attirare visitatori dall'Est nella regione dell'Italia centrale

Al centro, il Console Onorario della Federazione Russa ad Ancona insieme al gruppo di lavoro che ha collaborato alla realizzazione del progetto "Marke" (Foto: www.consolatorusan.it)

Sempre più russi innamorati dell’Italia. Un dato di fatto, dimostrato dalle presenze dell’Est che continuano a lievitare nel Belpaese. Dopo le Dolomiti e la Calabria, territori con i quali la Federazione ha trovato grosso feeling e terreno fertile per mettere in piedi nuove sinergie, ora è la volta delle Marche. Un importante gruppo di sviluppo turistico di Mosca ha infatti costituito una società, denominata “Marke” (traslitterazione in cirillico del nome della regione italiana), per avviare un serio programma di sviluppo turistico in questo territorio dell'Italia centrale.

Al termine di diversi viaggi e dopo aver preso contatto con numerose agenzie turistiche, i dirigenti del gruppo, Irina Vorontsova e Victoria Agbalyants, grazie anche al supporto del Consolato russo, hanno messo a punto un progetto turistico, legato in particolar modo a quattro aree operative: viaggi di gruppo, viaggi individuali, turismo per anziani e turismo religioso. Una nuova offerta turistica che può contribuire ad attirare ancora di più visitatori dall'Est.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond