Lago Labynkyr, immersione gelida da record

Un gruppo di studiosi si è calato nello specchio d'acqua nella Repubblica della Yacutia, una delle zone più fredde del pianeta, per prelevare campioni da analizzare

Potrebbe finire tra le pagine del libro dei Guinness l’immersione da brividi realizzata il 1° febbraio 2013 da un gruppo di studiosi russi nelle gelide acque del lago Labynkyr, nella Repubblica della Yacutia, nella Siberia orientale, considerato uno dei luoghi più freddi del globo terrestre. La spedizione, durata 23 minuti, è stata organizzata dagli esperti del reparto di ricerca subacquea del Consorzio Geografico Russo (Rgo) in una zona dove la temperatura raggiunge almeno i 45 gradi sotto zero.

Durante l’immersione, la squadra ha raccolto campioni di acqua e terra da analizzare.  

Secondo quanto riportato da Ria Novosti, il record verrà ufficializzato nell’arco di qualche mese.

“La parte più pericolosa della spedizione – ha spiegato di direttore del Consorzio Geografico Russo, Dmitri Shiller -, sta nel fatto che la temperatura esterna dell’aria è pari a 44 gradi sotto zero, mentre nell’acqua si registrano due gradi sopra zero. Questo sbalzo di temperatura potrebbe essere molto pericoloso”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie