Bolshoj, dopo l'aggressione Filin verrà curato in Germania

Il direttore artistico del teatro moscovita, colpito con dell'acido in volto, si trasferirà ad Aquisgrana per proseguire le cure mediche. E confessa: "Credo di sapere chi è stato"

Ha lasciato l’ospedale moscovita dove era ricoverato e ora volerà ad Aquisgrana, in Germania, per sottoporsi a delicate cure mediche. Sergei Filin, direttore artistico del Teatro Bolshoj, colpito in volto con dell’acido il 17 gennaio 2013, si rivolgerà ai medici tedeschi per le cure post-operatorie. L’ex ballerino, 42 anni, ha riportato ustioni di terzo grado al viso e alla cornea.

Così come scrive Ria Novosti, Filin, dopo aver ringraziato i medici che lo hanno curato, ha dichiarato di sentirsi tutto sommato bene, confessando di sapere chi potrebbe essere stato ad aggredirlo. “Non ho un semplice sospetto, ma credo di aver capito chi ha fatto questo – ha dichiarato Filin in un’intervista alla versione russa del notiziario della BBC -. Ma lo rivelerò solamente al termine dell’inchiesta”.

Nell’intervista alla BBC, lo stesso Filin ha ammesso di aver ricevuto in passato diverse minacce. “Ciò che è successo – ha detto -, è collegato esclusivamente alla mia professione e alla mia attività all’interno del Bolshoj. Credo che se avessi preso maggiormente sul serio quelle minacce, tutto questo non sarebbe accaduto”. Per motivi di sicurezza, Filin sarà trasferito in Germania a bordo di un aereo privato, accompagnato dalla moglie e da due guardie del corpo. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond