A Mosca la metà degli investimenti diretti esteri effettuati dalle imprese straniere in Russia

Emile Alain Ducke/Global Look Press
Tra i maggiori investitori c’è anche l’Italia

Nella prima metà del 2019, gli investimenti diretti esteri (IDE) a Mosca sono ammontati a 247,6 miliardi di dollari. Lo rivela il sito web Lenta.ru, sulla base delle dichiarazioni di Vladimir Efimov, vice sindaco della capitale russa, responsabile della politica economica e delle relazioni immobiliari e territoriali. Ciò rappresenta la metà degli IDE registrati in tutta la Russia.

"I maggiori investitori nella capitale sono paesi come la Germania, la Finlandia, la Francia, l'Italia e l'Austria. Il più delle volte, le aziende straniere investono risorse in altre aziende che operano nei settori della finanza, delle assicurazioni, del commercio, dell'industria e dell'alta tecnologia, così come nel settore immobiliare", ha detto Efimov.

Ha aggiunto che molte aziende internazionali hanno sviluppato con successo la propria attività a Mosca, come la Renault, che vanta quasi 5.000 dipendenti e ha investito circa 16 miliardi di rubli (254 milioni di dollari) tra il 2013 e il 2018, consentendo l'assemblaggio di non meno di 700.000 veicoli nello stabilimento locale.

"Le aziende straniere possono contare su un trattamento preferenziale da parte delle autorità di Mosca. Ad esempio, per il sostegno a nuovi progetti di investimento nel settore della produzione industriale, la città concede benefici che riducono la pressione fiscale regionale del 17-25%", ha dichiarato Leonid Kostroma, direttore dell'Agenzia per la gestione degli investimenti urbani.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie