Quanto beneficerà l’economia russa dei Mondiali di calcio?

L’attuale edizione della competizione è la più cara della storia del torneo: oltre 13 miliardi di dollari. Riuscirà il Cremlino ad avere dei ritorni non solo di immagine ma anche a livello di conti pubblici?

Tra costruzione di nuovi stadi, miglioramento dei trasporti e realizzazione di eventi culturali la preparazione alla Coppa del Mondo è costata circa 13,2 miliardi di dollari (11,3 miliardi di euro), pagati dallo Stato russo e da investitori privati.

Questa somma spaventosa non è stata così onerosa perché è stata divisa nel corso di diversi anni (dal 2013 al 2017), ma resta molto più grande di quella affrontata da altri Paesi per ospitare edizioni precedenti della competizione.

Gli esperti dicono che le possibilità che l’economia del Paese tragga vantaggio dal fatto di aver ospitato l’evento sono piuttosto basse, ma forse il Cremlino puntava più all’immagine e a una operazione di pr di livello globale che non a far cassa.

Quale sarà l’apporto dei turisti?

La Coppa del Mondo Fifa di quest’anno alla fine dei conti porterà migliaia, se non milioni di turisti in Russia. Le autorità locali si aspettano almeno 1,5 milioni di turisti, mentre le società di consulenza prevedono una cifra più modesta: 500 mila persone, che sarebbe comunque un dato significativo, visto che si stima che ogni tifoso spenda in media tra 5 e 8 mila dollari (4.300-6.900 euro circa) per cibo, alloggio, souvenir, intrattenimenti e così via via.

In totale, questo afflusso di denaro può aggiungere una somma compresa tra 2,5 e 4 miliardi di dollari al consumo interno. I turisti stranieri hanno contribuito a una crescita della domanda negli hotel e nei ristoranti, non solo nelle grandi città ma anche nei centri minori. “Questa tendenza non è molto duratura, tuttavia, e si fermerà non appena il campionato sarà finito”, ha dichiarato Evgenija Miruk, direttore finanziario di Evolution Management, una società di consulenza.

Un altro fenomeno temporaneo causato dall’afflusso di tifosi di calcio è un possibile apprezzamento del rublo. I turisti compreranno la valuta, creando più richiesta. Tuttavia, l’effetto sarà limitato: secondo gli esperti, la valuta russa potrebbe rafforzarsi solo del 2% in rapporto al dollaro Usa.

Cattedrali nel deserto?

La parte preponderante dei costi (8,9 miliardi $) è stata spesa per migliorare il trasporto pubblico e gli impianti sportivi di base, il che è un buon investimento a lungo termine, mentre i restanti 4,1 miliardi di dollari sono stati investiti nella costruzione di stadi sportivi grandi, moderni e costosi. Le autorità ritengono che l’investimento sarà ripagato a lungo termine ospitando eventi e attività sportive, ma altri osservatori non sono così sicuri.

Un recente rapporto di Fitch Ratings dice che questi stadi potrebbero richiedere svariati milioni di rubli per la manutenzione: una spesa accettabile per grandi centri come Mosca e San Pietroburgo, ma un investimento oneroso per realtà come Saransk, la più piccola tra le città che ospitano il Mondiale (appena 315 mila abitanti, e con una squadra appena salita in B dalla C).

L’anno scorso quest’ultima città ha avuto un deficit del 27% durante i preparativi per la Coppa del Mondo, e ora le autorità si aspettano che la manutenzione del nuovo stadio da 17 miliardi di rubli (300 milioni di dollari) possa costare 300 milioni di rubli (4,7 milioni di dollari) all’anno. Con risorse limitate, Saransk, e potenzialmente altre città, faticheranno a sostenere questi costi.

Guadagno sull’investimento modesto

Complessivamente, esperti e società di consulenza prevedono un modesto miglioramento russa per l’economia grazie al fatto di ospitare i Mondiali: non più dell’1% del Pil. In generale non sarebbe poi così male, se consideriamo che solo due Paesi hanno avuto benefici economici della Coppa del Mondo (gli Stati Uniti nel 1994 e la Francia nel 1998), quindi il solo fatto che il Paese abbia costruito o ristrutturato 12 stadi in 11 città potrebbe essere un fattore positivo nel lavorare con investitori stranieri, ha detto Evgenia Miruk. “Dimostra che la Russia ha il potenziale per attuare progetti ambiziosi su larga scala e contribuire a conquistare la fiducia dei potenziali partner”.

Usarlo a vantaggio della Russia, comunque, sarà complicato, dicono gli esperti. Il mondiale di per sé non attirerà nuovi investitori in Russia. Fattori come ostacoli legali, trasparenza e condizioni esterne (come le sanzioni) rimarranno elementi chiave per gli investitori, hanno affermato Darja Nosova, di FinTech 02 Consulting, e Oleg Bogdanov, analista del Gruppo Teletrade.

Inoltre, sarà fondamentale per la Russia dimostrare che può essere un partner affidabile prendendo decisioni a favore di relazioni a lungo termine con altri Paesi, afferma Dmitrij Kibkalo, fondatore di Mosigra, la catena internazionale di negozi di giochi da tavolo. “Questo creerà un’atmosfera di fiducia e un picco di interesse nel tornare in Russia più e più volte con i soldi”, sostiene.

La miglior strategia di pubbliche relazioni di sempre?

Gli esperti sottolineano che ospitare grandi eventi internazionali come la Coppa del mondo sono prima di tutto un’eccellente strategia di pubbliche relazioni e non una mossa di politica economica. E se considerassimo i 4,1 miliardi di dollari spesi negli stadi come un investimento per la creazione di una campagna di pubbliche relazioni globale per la Russia? In questo caso potrebbe valere la pena spendere così tanto per un torneo di calcio.

Oggi, si vive una sorta di déjà vu, osserva Vladimir Rojankovski, analista presso il Moscow Financial Center. Circa trent’anni fa, dopo la caduta dell’Unione Sovietica, gli occidentali iniziarono a scoprire la Russia come Stato, come cultura e come economia. Oggi vediamo succedere qualcosa di simile.

“Numerosi giornali e canali tv importanti hanno iniziato a rappresentare la Russia come un Paese sorprendentemente vivace e amichevole, e si può essere certi che fungerà da calamita per l’afflusso turistico post-evento”, ha affermato Rojankovski. “Ci aspettiamo che coloro che saranno desiderosi di vedere la nuova normalità della Russia, coloro che non fanno affidamento solo sulle fake news, vogliano ottenere prove concrete del fatto che la Russia è effettivamente un Paese normale”.

Detto questo, si può facilmente definire qualsiasi evento internazionale di questa portata in Russia come un gran buon investimento.

A proposito di soldi: ha senso scommettere sul fatto che la nazionale russa vincerà i Mondiali? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie