Mondiali 2018, le compagnie straniere voleranno in Russia

Per il Campionato del Mondo saranno permessi voli stranieri in territorio nazionale (Foto: PhotoXPress)

Per il Campionato del Mondo saranno permessi voli stranieri in territorio nazionale (Foto: PhotoXPress)

In previsione del Campionato del Mondo di calcio, il ministero russo dei Trasporti adotterà nuove misure per lo spazio aereo russo. A scegliere chi si occuperà del trasferimento dei tifosi e delle squadre saranno probabilmente i club calcistici. Ma le compagnie aree russe valutano con scetticismo questa proposta

Alle compagnie straniere sarà permesso di effettuare voli nazionali in territorio russo durante il periodo del campionato del mondo di calcio 2018. “In considerazione dell'ingente numero di ospiti, il ministero dei Trasporti ritiene possibile, nel periodo di svolgimento delle gare, consentire alle compagnie aeree straniere di compiere voli charter in suolo nazionale che colleghino le città ospitanti gli incontri con quelle ospitanti i turisti e gli atleti”, ha dichiarato il ministro dei Trasporti, Maksim Sokolov alla riunione del consiglio di sorveglianza del Comitato organizzativo dei mondiali 2018 a fine ottobre.

Dal servizio stampa del ministero dei Trasporti hanno spiegato a RBTH che le compagnie aeree straniere si occuperanno del trasporto delle squadre e di parte dei tifosi. Come chiarisce il capo dell'agenzia di servizi “Aviaport”, Oleg Panteleev, i contratti con le compagnie aeree verranno sottoscritti non dalle autorità russe, ma dai manager dei club calcistici, a seconda del numero di giocatori e tifosi.

A RBTH hanno confermato che il decreto del governo della Federazione Russa che toglierebbe le limitazioni verso le compagnie straniere per un certo periodo di tempo è già in preparazione.

 
Calcio, quindici miliardi
di dollari per i Mondiali

“Parlare dei concreti parametri che verranno applicati in termini di attuazione dei trasporti in base al nuovo decreto è ancora presto, dato che il sorteggio per la fase finale della Coppa del Mondo si terrà solo nel 2016. Solo allora, conseguentemente, si definiranno i partecipanti e le città nelle quali si terranno gli incontri, cosa che permetterà di pianificare il volume di traffico per ogni squadra con i relativi tifosi”, hanno evidenziato al servizio stampa del Ministero dei trasporti.

Secondo i calcoli del ministro dei trasporti Maksim Sokolov, il numero totale dei passeggeri a bordo di aerei in occasione della Coppa del Mondo 2018 sarà di circa 1,8 milioni di persone. In questo numero rientrano tutti i gruppi clientelari della FIFA (la delegazione stessa della federazione, gli ospiti ufficiali, i VIP e i rappresentanti dei media) e l'85% degli spettatori stranieri e dei tifosi russi provenienti da diverse regioni. Molti amanti russi del calcio preferiranno invece mezzi più economici, come le ferrovie.

Così il permesso di effettuare i voli verrà rilasciato alla compagnia aerea straniera nel caso in cui le compagnie russe non riescano a presentare entro il tempo stabilito una loro proposta o un loro consenso. Un altro requisito previsto è la concessione, alle compagnie straniere, degli stessi diritti riservati ai vettori russi.

I rapporti internazionali delle compagnie aeree russe e dei partner sono fondati sulla parità, vale a dire sulle medesime possibilità da entrambi i lati. Secondo l'opinione di Oleg Panteleev, i vettori russi possono ottenere il diritto di effettuare voli sul territorio di altri paesi solo in periodo di Campionato o per un termine di tempo più lungo, ma comunque non su base costante.

Chi ci guadagna

L'ammissione degli stranieri al mercato locale è la tradizionale accoglienza che usano riservare gli organizzatori di grandi eventi internazionali. Esattamente così è stato anche in Brasile, per il campionato della scorsa estate.

Ciononostante, i rappresentanti dell'aviazione russa non sono troppo entusiasti delle decisioni prese dal governo.

“Le nostre compagnie aeree potrebbero guadagnare, se ci occupassimo noi stessi del trasporto di tutti i passeggeri. Mentre invece non guadagniamo per colpa dei vettori stranieri”, dice una fonte del mercato del trasporto aereo. Gli esperti, al contrario, sono convinti che la decisione del ministero dei Trasporti vada a vantaggio delle compagnie aeree locali. “Libererà i partecipanti del mercato russo dei trasporti aerei da inutili costi”, è convinto Sergej Khestanov, amministratore delegato di “Alor”. Khestanov ricorda che “per garantire il trasporto dei dichiarati 1,8 milioni di passeggeri durante il Campionato del Mondo, avendo a disposizione 11 compagnie, è necessario fare ulteriori investimenti, innanzitutto sull'acquisto o l'affitto di nuovi velivoli, sulla preparazione di equipaggi aggiuntivi e assicurazioni. E così, secondo le stime della fonte, se il costo di un Boeing 737 è di 3,2 milioni di dollari, l'assicurazione di bordo (Aircraft Hull Insurance) sarà di 7mila dollari. Più l'assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile: altri 55mila dollari.

“Il trasporto in occasione delle gare difficilmente verrà ripagato. Inoltre, la quantità di passeggeri potrebbe rivelarsi inferiore rispetto al numero previsto”, dice Khestanov.

Secondo le parole dell'esperto, il trasporto delle squadre è il più vantaggioso, ma, data la situazione creatasi, le compagnie russe potranno occupare solo una piccola parte loro assegnata. “I manager delle squadre estere insisteranno per essere trasportati da quelle compagnie aeree con cui sono abituati a volare in Europa”, afferma convinto Oleg Panteleev.

Il Campionato del Mondo di Calcio offrirà vantaggi anche al business del traffico aereo. Si stanno preparando aerei dal numero di posti inferiore a 19 in caso di necessità di trasporto singolo di passeggeri. “Ufficialmente, gli aeromobili appartenenti a società straniere o privati potranno volare tanto verso la Russia, quanto all'interno del suo territorio, mentre in precedenza, i voli stranieri di compagnie estere all'interno del territorio nazionale erano vietati”, ricorda Oleg Panteleev.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta