Come attrarre i capitali

Le autorità russe contano su un introito di minimo 10 miliardi di dollari attraverso i depositari internazionali (Foto: Ria Novosti)

Le autorità russe contano su un introito di minimo 10 miliardi di dollari attraverso i depositari internazionali (Foto: Ria Novosti)

Più redditizio rispetto a quello di Europa e USA, il mercato delle obbligazioni russe da adesso è completamente aperto agli stranieri

La notizia era attesa da molti. Dal 30 gennaio 2014 gli investitori stranieri potranno acquistare e vendere obbligazioni corporate e municipali in Russia prescindendo dall’organizzazione di società affiliate o dall’apertura di speciali conti bancari nelle banche russe. Precedentemente, chi voleva investire, aveva un accesso indiretto al mercato russo delle obbligazioni. Si tratta dell'ennesima tappa nell’integrazione dell’infrastruttura di post-trading russa in quella mondiale. Il primo passo era avvenuto nel febbraio-marzo del 2013, quando i depositari internazionali avevano ottenuto la possibilità di proporre ai propri clienti affari fuori borsa con Obbligazioni Federali (OFZ). Il 1 luglio del 2014 è programmata la piena ammissione di Euroclear e Clearstream sul mercato azionario russo.

I depositari

Clearstream ed Euroclear sono i due più importanti depositari che detengono più del 70% delle operazioni europee in titoli fuori borsa. La funzione principale di questi due depositari internazionali è la conduzione di operazioni monetarie a livello globale

Aspettative della Russia

Per la Russia il principale vantaggio dell’allargamento agli investitori stranieri dell’accesso alle obbligazioni è la riduzione del costo dei titoli di debito. Quanti più sono i partecipanti, tanto minori saranno gli interessi per rifondere il debito da parte di chi  ha emesso i titoli. Per gli stranieri il maggior vantaggio è l’alto rendimento delle obbligazioni russe. Le autorità russe contano su un introito di minimo 10 miliardi di dollari attraverso i depositari internazionali. La quota di investitori stranieri sul mercato russo delle obbligazioni corporate potrebbe crescere nei prossimi due-tre anni di tre volte, fino al 10% ,vale a dire di 10-15 miliardi di dollari.

Questo è quanto prevede il Ministro delle Finanze della Federazione Russa Anton Siluanov. Inoltre, il ministro ha ricordato che l’esperienza dell’accesso diretto degli investitori stranieri alle Obbligazioni Federali si è rivelata positiva. “Nel corso dell’ultimo anno la quantità di investitori stranieri su questo mercato è cresciuta significativamente e ha raggiunto circa il 25%, a tal proposito, noi siamo assolutamente soddisfatti del fatto che le principali società di investimento del mondo, tra cui  i fondi sovrani, abbiano cominciato ad investire direttamente nei titoli statali russi”, ha dichiarato il ministro Siluanov. 

Obbligazioni corporate

Per quanto riguarda le obbligazioni corporate, gli investitori stranieri ottengono accesso diretto alle obbligazioni che vengono scambiate  nella borsa moscovita (nella quale rientrano la RTS  e l’MMVB). Si tratta di titoli emessi da centinaia  tra le più importanti società e banche come Sberbank,  Gazprom, Rosneft’. Il loro rendimento può essere del 7-8%, ed è decisamente più alto rispetto all’Europa e agli USA. Gli investitori stranieri possono essere interessati a titoli con un alto rendimento, ma al contempo rischiosi, ad esempio quelli di Mečel e Rusal Bratsk, così come a quelli consideratirisk-free , ad esempio i titoli emessi da Gazprom e Sberbank.

Cosa sono le obbligazioni?

Sono titoli di debito, dai quali il compratore riceve un utile fisso nella data precedentemente fissata della loro scadenza. Ad esempio per le obbligazioni municipali di Volgograd le autorità della città si impegnano a ricomprare le proprie obbligazioni dopo tre anni ad un prezzo stabilito, che, naturalmente, supera il prezzo iniziale al quale sono state emesse

Obbligazioni Municipali.

Il mercato delle obbligazioni municipali è per volume uno dei più modesti di tutto il mercato russo delle obbligazioni. La quota delle obbligazioni municipali, considerando i volumi complessivi della borsa,  equivale circa al 3,5%. Per gli investitori stranieri possono rivelarsi interessanti i titoli di debito delle principali città russe con una classificazione abbastanza alta. In particolare le obbligazioni più popolari tra gli investitori sono quelle della città di Mosca, le quotazioni delle quali crescono stabilmente.

“Tenendo conto della pratica delle transazioni infra-budget , le obbligazioni municipali possono essere ritenute assolutamente analoghe alle Obbligazioni Federali risk-free, ma con un rendimento decisamente più alto. La valutazione del rendimento delle Obbligazioni Federali con scadenza nel giugno del 2017 equivale al 7,2%, mentre le obbligazioni della regione di Voronež con scadenza nel dicembre 2017 corrisponde all’8,4%” , sostiene l’analista della società di consulenza Investkafe Timur Nigmatullin. Che aggiunge: “Il livello di rendimento dipende dai rischi dell’emittente specifico, ma, in generale, per le obbligazioni municipali e corporate che hanno ricevuto la classificazione “BBB” il rendimento orientativo “netto” corrisponde al 7,5%-8,5% l’anno. Per i titoli emessi con classificazione” BB” o inferiore, il rendimento può oscillare dall’8% al 14% annuale”, sostiene il vice direttore del Dipartimento di Analisi e Risk-management della UFS Investment Company, Vadim Vedernikov. Secondo Vedernikov, l’insidia principale per gli investitori stranieri è costituita dalla liquidità limitata. Tra i vantaggi dell’uso di depositari internazionali: la diminuzione del rischio sistemico e l’alta trasparenza del processo di scambio.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta