Un nuovo aeroporto a Mosca

Mosca potrebbe presto avere un nuovo scalo aeroportuale (Foto: Itar Tass)

Mosca potrebbe presto avere un nuovo scalo aeroportuale (Foto: Itar Tass)

Si tratta del centro di collaudo aereo di Ramenskoe, nato per ospitare il salone aerospaziale internazionale Maks. E che presto dovrebbe diventare uno scalo internazionale

Un nuovo tassello. Per rendere Mosca ancora più raggiungibile. Il centro di collaudo aereo di Ramenskoe, nato per ospitare il salone aerospaziale internazionale Maks, dovrebbe presto diventare un aeroporto internazionale. È stata infatti annunciata una gara d’appalto per gli aspiranti investitori. Stando alle previsioni, entro la fine del 2009 l’aeroporto sarà un vero e proprio “hub” del traffico aereo commerciale dove transiteranno ogni anno sino a dieci milioni di passeggeri. I potenziali investitori dovrebbero essere disposti ad investire nel progetto sette milioni di rubli. Ad annunciare la gara è stato il Transport and Exhibition Complex Russia (TEC Russia), un “affiliato” di Rostekhnadzor, proprietario del terreno dove sorgerà il nuovo aeroporto.

Compagnie di bandiera
contro low cost
Guarda l'infografica 

La storia. Il centro di collaudo aereo di Ramenskoe, in uso dal 1941, può accogliere velivoli di ogni tipo, senza restrizioni di peso. Si tratta del centro di collaudo più lungo d’Europa e della Russia: la sua pista principale è infatti lunga 5.402 metri. Durante la Seconda Guerra Mondiale qui facevano base i bombardieri a lunga gittata e gli aerei da attacco al suolo. A Ramenskoe inoltre sono stati collaudati, e ancora si collaudano, quasi tutti i velivoli prodotti nell’Urss e nella Russia moderna.

La tabella di marcia dei lavori. Il caratteristico segnale radio di Ramenskoe è “Gordiy” (orgoglioso). Attualmente qui sostano gli aerei del ministero delle Emergenze della Federazione Russa e alcuni aerei del ministero dell’Interno e del Servizio federale di sicurezza della Federazione russa. A Ramenskoe fanno inoltre capo diversi produttori aeronautici. Oltre ad essere un centro di collaudo per i velivoli di nuova costruzione, Ramenskoe è impiegato dall’aviazione civile come aeroporto merci. Secondo i progetti, il nuovo aeroporto diventerà un centro di operazioni di aviazione sperimentale, civile e militare. I lavori prevedono una tabella di marcia serratissima: già entro il 2015 a Ramenskoe dovrebbe essere costruito un “centro multifunzionale”, dotato di terminal internazionale per compagnie aeree low cost, in grado di accogliere inizialmente sino a quattrocentomila persone. Successivamente tale capacità sarà portata a 1,5 milioni di persone all’anno.

Gli investitori. Entro il secondo trimestre del 2017 è inoltre attesa l’apertura di un secondo terminal passeggeri e merci. Per la fine del 2019, l’aeroporto di Ramenskoe dovrebbe essere in grado di servire circa dieci milioni di passeggeri all’anno, e gestire un traffico di venticinque milioni di tonnellate di merci. I potenziali investitori dovranno soddisfare dei requisiti stringenti: avere almeno il venticinque percento delle azioni quotate in Borsa e possedere un’esperienza pregressa nella costruzione di infrastrutture aeroportuali. La società incaricata, inoltre, non dovrà essere affiliata con nessuna “linea aerea che gestisce regolarmente il trasporto di passeggeri e di merci, né con alcun produttore di velivoli”. Oltre a questo, il prescelto dovrà essere in possesso di alcuni certificati internazionali, che riguardano tra l’altro la gestione a terra dei passeggeri e la manutenzione di velivoli stranieri.

Il traffico potenziale. L’investitore che si aggiudicherà la gara formerà una joint-venture con TEC Russia, nella quale TEC deterrà ameno il 25% più un’azione. Le strutture e il terreno dove sorgerà l’aeroporto saranno trasferiti alla jont-venture per un periodo di quarantanove anni.Le tre maggiori holding aeroportuali private della Russia hanno già espresso interesse in questo progetto. Secondo Andrey Kramarenko, un esperto indipendente, le previsioni fatte da TEC Russia riguardo alla quantità di traffico passeggeri e il numero di operazioni di pista lasciano supporre che l’aeroporto di Ramenskoe potrà ospitare anche velivoli pesanti, che trasportano tra 180 e i 330 passeggeri. L’aeroporto potrebbe anche essere progettato per voli charter anziché per linee aeree low-cost. Gli stringenti requisiti necessari per partecipare alla gara possono essere soddisfatti solo da gestori aeroportuali stranieri. Chissà se questo progetto richiamerà l’interesse dei principali tra loro.

Qui l'articolo originale 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond