Interpolitex, la via tecnologica alla sicurezza

La fiera, divisa in grandi sezioni tematiche, ha ospitato 25 Paesi (Foto: Olga Sokolova)

La fiera, divisa in grandi sezioni tematiche, ha ospitato 25 Paesi (Foto: Olga Sokolova)

Nella diciassettesima edizione della fiera internazionale presentate le principali novità nel settore dei mezzi militari e delle forze di polizia. A Interpolitex 2013 le nuove macchine per il controllo della terraferma, dell'acqua e del cielo

Sicurezza e nuove tecnologie. Sulla terra, in cielo e in mare. Dal 22 al 25 ottobre 2013 a Mosca si è svolta la XVII Esposizione internazionale dei mezzi per la sicurezza statale "Interpolitex 2013". Come da tradizione, promotori della fiera sono stati il Ministero degli Interni, il Servizio Federale per la Sicurezza (FSB) e il Servizio Federale per la Cooperazione tecnologico-militare (FSVTS) della Russia. Oltre alle aziende e agli enti statali russi, alla fiera hanno partecipato 78 aziende di 25 paesi, tra cui Belgio, Gran Bretagna, Spagna, USA, Repubblica del Sudafrica e altri.

Come nelle precedenti edizioni, Interpolitex è stata suddivisa in alcune grandi sezioni tematiche. Ai visitatori dell'esposizione sono stati presentati un salone dedicato alle tecnologie militari, una fiera di strumenti tecnologici per la polizia, la sezione "Granitsa 2013" e una fiera di velivoli multifunzione senza pilota, "UVS-Tech 2013". E la maggior parte delle novità tecnologiche presentate quest'anno appartiene al settore degli armamenti e delle apparecchiature speciali.

Spetsnaz, in lotta
per il berretto marrone

Guarda la nostra fotogallery

Una di queste novità, presentata con dei prototipi già funzionanti, è il motoscafo ad alta velocità del progetto 14M, costruito con leghe ultraleggere, progettato e prodotto dall'azienda nautica Ozernaja Verf di San Pietroburgo. Può essere impiegato come imbarcazione per missioni di pattugliamento, collegamento, immersione e ispezione nelle acque della zona litoranea marina e presso le foci dei grandi fiumi. Il motoscafo può ospitare comodamente fino a 10 persone ed è dotato di 5 posti letto. La sua caratteristica peculiare è la combinazione di elevate prestazioni di velocità (30 nodi) e di navigazione (può essere utilizzato in condizioni di mare fino a forza 4 e di vento fino a forza 6) con un elevato confort per l'equipaggio.

Una parte considerevole dell'esposizione Interpolitex 2013 è stata riservata ai mezzi di trasporto speciali terrestri. La principale novità in questo settore dell'esposizione è il veicolo blindato URAL-VV, costruito sul telaio dell'autocarro fuoristrada URAL-4320. La sua principale destinazione d'uso è il trasporto di truppe e il traino di rimorchi su ogni tipo di strada, e persino in condizioni di totale assenza di strade. La carrozzeria blindata dell'automezzo è dotata di feritoie apribili dalle quali l'equipaggio può fare fuoco con fucili e mitragliette.

Difesa, carri armati in corteo
al Russia Arms Expo 2013
Guarda la nostra fotogallery

Al momento, i principali committenti dell'URAL-VV sono le forze armate del Ministero degli Interni della Federazione Russa. L'automezzo può essere impiegato in alternativa ai veicoli corazzati per il trasporto truppe nel corso di operazioni speciali e antiterroristiche. La blindatura impiegata consente di proteggere l'equipaggio dai proiettili di arma da fuoco di calibro fino a 9 mm e dalle schegge di granata.

Già da alcuni anni una buona parte dell'esposizione Interpolitex viene dedicata agli aeromobili a pilotaggio remoto (APR) e ai sistemi che prevedono il loro impiego. In questa edizione, i velivoli senza pilota e le relative attrezzature hanno occupato una delle sezioni più estese della fiera.

 Attualmente gli APR rappresentano una delle tendenze principali nello sviluppo dell'equipaggiamento tecnologico degli eserciti e dei corpi armati di tutto il mondo. Non si tratta solo, e non tanto, della possibilità di sferrare attacchi aerei dai velivoli senza pilota, quanto dell'impiego in operazioni di intelligence, di ricerca degli obiettivi, di ricognizione del territorio, per scattare fotografie aeree e così via.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta