Il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo alza i prezzi

All'edizione 2013 del Forum Economico internazionale di San Pietroburgo sono attesi 4.000 partecipanti (Foto: Itar-Tass)

All'edizione 2013 del Forum Economico internazionale di San Pietroburgo sono attesi 4.000 partecipanti (Foto: Itar-Tass)

Cresce di popolarità l'appuntamento che viene definito la "Davos di Russia" ma gli organizzatori sono costretti a limitare il numero dei partecipanti

Dal 15 maggio 2013 il prezzo del pacchetto premium per i partecipanti all’edizione 2013 del Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo è di 295.000 rubli (prima era di 177.000 rubli), quello del pacchetto standard (con limitazioni di accesso ad alcuni programmi economici e culturali) arriva a 177.000 rubli (prima ne costava 118.000). Nel 2011-2012 le opzioni premium e standard con prenotazione anticipata costavano rispettivamente 118.000 e 70.800 rubli (dopo il 15 maggio 2013 i prezzi sono saliti a 177.000 e 106.200 rubli).

“La richiesta di partecipazione al forum supera in modo significativo la capienza del complesso che lo ospita (il centro espositivo Lenexpo) e stiamo tentando di limitare la partecipazione dei numeri uno delle aziende”, spiega Dmitri Mikhajlov, primo vicedirettore del Fondo “Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo”. Mikhajlov riferisce che se il prezzo è alto le imprese tendono a registrare di meno grandi delegazioni.

Dmitri Morozov, co-proprietario di “Biokad”, azienda che progetta e produce farmaci, ritiene che alzare il prezzo d’ingresso sia una misura ingiusta. Più persone visitano il forum meglio è, e aggiunge che non si tratta di un club di prescelti.

Tutt’altra cosa è il fatto che tra non molto gli organizzatori si scontreranno con la necessità di ampliare le infrastrutture, poiché l’interesse per l’iniziativa cresce ogni anno, rileva Morozov.

“GMR Il pianeta dell’ospitalità ha sempre mandato al forum quattro persone e non ha intenzione di diminuire il numero”, afferma Merab Elashvili, presidente della società. Egli ritiene che l’aumento del prezzo non si ripercuoterà molto sul numero di partecipanti: è una piattaforma utile, in tre giorni si tengono tantissime iniziative rilevanti che nessun forum moscovita offre.

Secondo Nikolaj Kazanskij, direttore generale di Colliers International, il prestigio dell’evento e la mancanza nel Paese di uno spazio alternativo per gli investitori russi e stranieri continueranno anche in futuro a mantenere alto l’interesse da parte dei maggiori protagonisti e leader del mercato; quest’anno difficilmente la situazione cambierà, malgrado il rialzo dei prezzi.

Il forum si terrà dal 20 all 22 giugno 2013. Partner generali dell’edizione del 2013 sono Rosneft, Sberbank, Gazprom, la Vnesheconombnk (Banca per lo sviluppo e gli affari esteri, ndr) e “Rossijskie seti” (importante compagnia elettrica, ndr). Il prezzo dei pacchetti destinati ai partner non è stato reso noto. Nel 2010 costavano 45 milioni di rubli per i partner generali e 23,6 milioni di rubli per i partner regolari.

Quest’anno Gazprom spenderà per la costruzione del suo stand 29,8 milioni di rubli iva inclusa, come ha comunicato la società. Lo spazio espositivo occuperà 250 metri quadrati all’uscita intermedia del settimo padiglione del Lenexpo. Piattaforme simili sono state riservate ai partner strategici e generali, quali Rosneft, Sberbank e “Rossijskie seti”.

Tra i temi del Forum del 2013 troviamo: “L’agenda globale per una stabile crescita economica”, “La Russia nell’agenda globale”, “Nuovi catalizzatori del cambiamento”. Poiché quest’anno è la Russia a presiedere il G20, il forum accoglierà alcuni partecipanti del summit del “B20” (il summit degli imprenditori e industriali dei Paesi del G20, ndr).

Il 25 aprile 2013 erano 1.361 le persone ad aver confermato la loro presenza al forum, tra cui più di 158 dirigenti di grandi imprese straniere e 325 russe, come ha riferito Mikhajlov. Egli ritiene che il budget del forum sarà analogo a quello dello scorso anno, ma le cifre assolute non sono state svelate. Nel 2011 il budget ammontava a 880 milioni di rubli. Mikhajlov aggiunge che si aspettano circa 4.000 partecipanti e 1.000 rappresentanti dei mass media. Sessanta ditte appaltatrici assicureranno lo svolgimento dei lavori.

Negli anni a venire il deficit degli spazi sarà risolto. Nel 2013 il forum si svolgerà per l’ultima volta sull’isola Vasilevskoe nello spazio del Lenexpo. Nel 2014 infatti si trasferirà nel nuovo centro espositivo a Pushkin, nei dintorni di Pietroburgo, costruito per un miliardo di dollari dalla ditta Expoforum legata a Gazprom. Il progetto prevede la costruzione di 140.000 metri quadrati di spazi espositivi al chiuso e all’aperto, un centro congressi con una capienza complessiva di 7.000 persone, una sala principale da 3.000 posti e una per le iniziative mondane da 2.000 posti, due alberghi di alta fascia e un business center.

Un rappresentante della catena Marriott riporta che nei giorni del forum negli hotel “Courtyard Marriott” e “Renaissance St. Petersburg Baltic” sono state prenotate dal 50 al 70 per cento delle camere e aggiunge che durante l’evento i prezzi sono più alti che negli altri giorni; a seconda dell’albergo, del periodo e della categoria della stanza il costo varia tra i 10.000 e i 100.000 rubli.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta