Una dichiarazione dei redditi dallo spazio

Il cosmonauta russo Pavel Vinogradov (Foto: Ramil Sitdikov / RIA Novosti)

Il cosmonauta russo Pavel Vinogradov (Foto: Ramil Sitdikov / RIA Novosti)

Il cosmonauta russo Pavel Vinogradov è stato il primo uomo a presentare il suo conto al fisco russo dalla Stazione Internazionale Iss

Ad aprile 2013 il cinquantanovenne Pavel Vinogradov è diventato il primo uomo a utilizzare il sito Web dell’Ufficio del Fisco della Federazione Russia e  a presentare la propria dichiarazione dei redditi dalla Stazione spaziale internazionale (Iss, International Space Station, ndr).

Il cosmonauta, un veterano dello spazio, è a bordo della Iss da tre mesi e si è servito del portale online dell’erario russo per accedere al suo conto personale e pagare la tassa sugli immobili per una sua proprietà alla periferia di Mosca.

Il responsabile dei Servizi tributari federali, Mikhail Mishustin, ha divulgato questa notizia ai giornalisti ai margini di un forum dell’Ocse sulla gestione tributaria, che si è svolto a Mosca. “Non c’è nulla di sorprendente nel fatto che il principio di un aiuto anche nello spazio, che i Servizi tributari federali prendono molto sul serio, ci abbia permesso di compiere un simile enorme passo avanti. Grazie ai servizi moderni che offriamo, in pratica è possibile non mettere mai piede nei nostri uffici e continuare a essere contribuenti che pagano regolarmente le tasse”, ha detto.

Il sito Web permette ai cittadini russi di creare un account online per controllare quali tasse debbano versare e consente di pagarle tramite carta di credito. A differenza dei cittadini statunitensi, i russi non hanno bisogno di compilare la loro dichiarazione dei redditi ogni anno, dato che nel Paese vige un regime tributario del 13 per cento secco (uno dei più bassi al mondo), e tale aliquota è trattenuta direttamente dal datore di lavoro.

Vinogradov, nato a Magadan nell’Estremo Oriente Russo, è stato già tre volte in orbita e ha effettuato complessivamente sette “passeggiate” nello spazio. Comandante in capo della Stazione spaziale internazionale, è tra i venti uomini ad aver trascorso maggior tempo nello spazio. La sua attuale missione dovrebbe concludersi a settembre 2013.

La Russia è migliorata di otto posizioni nella classifica della Banca Mondiale del 2012 relativa alla facilità con la quale si possono fare affari, piazzandosi al 112mo posto: in parte, ci è riuscita grazie ai rapidi miglioramenti apportati nella categoria tributaria (dove figura  di ben 30 posizioni più in alto rispetto all’anno precedente), e nella quale il Paese si colloca al 64mo posto a livello mondiale (gli Stati Uniti sono al 69mo).

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta