La Russia capitale dello shopping

La Russia progetta di diventare il più grande centro commerciale del mondo (Foto: Itar-Tass)

La Russia progetta di diventare il più grande centro commerciale del mondo (Foto: Itar-Tass)

Entro i prossimi due anni, il Paese si collocherà al primo posto nell’elenco delle nazioni europee in termini di superfici complessive adibite al commercio

Gli analisti di Cushman e Wakefield stimano che tra soli due anni la Russia dovrebbe diventare la capitale europea dello shopping, grazie alla realizzazione assai rapida di negozi e di centri commerciali. A Cushman e Wakefield risulta che i costruttori di centri commerciali e negozi stiano progettando di realizzare in Europa entro la fine del 2013 altri sette milioni di metri quadrati di superfici destinate al commercio, una cifra complessiva molto vicina al record di 7,8 milioni di metri quadrati costruiti nel 2009.

Fino a questo momento, Francia e Gran Bretagna sono state a buon motivo considerate le destinazioni privilegiate dello shopping per il gran numero di negozi e centri commerciali aperti ogni anno. Nel 2013 la Francia conta 16,95 milioni di metri quadri di superfici adibite allo shopping ed è seguita da vicino dalla Gran Bretagna con i suoi 16,48 milioni di metri quadrati e dalla Russia, di poco più indietro con 16,47 milioni di metri quadrati.

Le società immobiliari russe che realizzano negozi e centri commerciali si sono impegnate a inaugurare entro la fine dell’anno 2,87 milioni di metri quadrati di superfici commerciali, pari a circa un quarto di tutti i progetti europei considerati assieme. Ma gli esperti di Cushman & Wakefield nutrono qualche scetticismo su questa cifra alquanto ottimistica e affermano che il numero dei progetti commissionati entro la fine dell’anno di fatto è sempre stata inferiore alle aspettative. L’agenzia ritiene probabile la realizzazione di 1,6 milioni di metri quadrati al massimo. Anche nell’eventualità che si realizzi lo scenario peggiore, tuttavia, la Russia stabilirà un record in Europa per i centri commerciali realizzati ex novo e supererà la Gran Bretagna in termini di spazi complessivi adibiti alle vendite.

Michael Rodda, il responsabile degli investimenti in immobili commerciali per l’Europa e il Medio Oriente di Cushman & Wakefield, ha detto che quest’anno le società immobiliari prevedono di costruire appena 325mila metri quadrati di negozi in Gran Bretagna, rispetto al 1.390.000 di metri quadrati che la Francia realizzerà nel biennio 2013-2014.

L’espansione delle superfici commerciali in Russia è trainata dai progressi e dagli sviluppi dell’intera regione. Secondo Tatiana Kluchinskaya, capo del Dipartimento vendite di Jones Lang LaSalle, nel primo quadrimestre del 2013 a Mosca non è stato commissionato neppure un centro commerciale di alto livello ed entro la fine dell’anno saranno costruiti al massimo 300mila metri quadrati di superfici adibite a punti vendita.

Detto ciò, circa il 70 per cento dei nuovi centri commerciali sta per essere costruito fuori Mosca e almeno la metà in città con un numero di abitanti inferiore al milione. “Fino a pochi anni fa, le catene di negozi erano riluttanti a espandersi. Adesso invece molti brand si sviluppano in varie regioni, e soprattutto nelle piccole città che sono diventate la loro priorità. Leroi Merlin, Jeans Symphony e Subway sono alcuni dei marchi che hanno già confermato di volersi espandere e di voler affermare la loro presenza in città con meno di un milione di abitanti”, ha aggiunto la Kluchinskaya.

Nel 2012 le città russe di Surgut, Ekaterinburg, Nizhnij Novgorod, Mytishchi e Sochi sono state le cinque più importanti in termini di realizzazione di nuovi spazi adibiti al commercio. Nel primo quadrimestre del 2013 sono stati aperti nuovi grandi centri commerciali a San Pietroburgo, Belgorod e Volgograd.

In ogni caso, la Russia è molto indietro rispetto alla Cina da questo punto di vista: la metà della superficie globale di 32 milioni di metri quadrati adibiti a negozi e centri commerciali, che si stanno attualmente costruendo in tutto il mondo, è in fase di realizzazione in Cina. Le città cinesi di Chengdu, Tientsin, Shenyang, Chongqing, Wuhan, Canton e Hangzhou sono tutte nella top ten dei mercati commerciali in più rapida espansione. La sola città di Chengdu entro i prossimi tre anni dovrebbe realizzare fino a 2,9 milioni di metri quadrati di negozi e centri commerciali, e probabilmente Tientsin ne costruirà 2.100.000.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta