La Mercedes è pronta ad assemblare in Russia

La sede della holding automobilistica tedesca Daimler (Foto: AFP / Eastnews)

La sede della holding automobilistica tedesca Daimler (Foto: AFP / Eastnews)

Nella seconda metà del 2013 in Russia si darà il via alla produzione in serie del veicolo commerciale leggero Sprinter. L’accordo era stato raggiunto al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo

Non sono tempi felici per il mercato automobilistico russo. All’incremento a doppia cifra delle automobili e dei veicoli commerciali leggeri riscontrato nel biennio 2011-2012 è sopraggiunta la stagnazione. A marzo 2013 in Russia è stato venduto il 4 per cento in meno di auto nuove rispetto allo stesso mese dell’anno prima. Si è così totalmente vanificata la timida crescita delle vendite di gennaio e febbraio 2013.

Lo sponsor del Forum di San Pietroburgo

La Daimler non è l’unica partner estera dell’importantissimo produttore russo di veicoli commerciali e, in epoca sovietica, delle Volga, le automobili dei dirigenti delle aziende e degli apparatchik. Ora l’azienda collabora con la Volkswagen (da non molto è stata messa in commercio la Scoda Yeti) e con la General Motors. “Le partnership industriali del Gruppo GAZ permettono di modernizzare i 200.000 metri quadrati dello stabilimento produttivo. Il volume totale degli investimenti effettuati con i partner nei progetti internazionali delle compagnie si aggira intorno ai 500 milioni di euro”, riporta l’azienda tedesca

C’è da dire che, nell’ambito delle vendite dei veicoli commerciali leggeri, per i firmatari del progetto sulla produzione in Russia della Sprinter, vale a dire la holding automobilistica tedesca Daimler e la più importante produttrice di veicoli commerciali in Russia, il Gruppo GAZ, le cose stanno “meglio del mercato”.

Secondo i dati dell’Aeb (Association of European Business) alla fine del primo trimestre del 2013 il Gruppo GAZ è riuscito a vendere poco meno di 17.000 automobili nuove, cioè il 2 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre la casa tedesca ha aumentato del 24 per cento le vendite nella Federazione.

È pur vero che in assoluto l’indice è molto più contenuto: 835 veicoli nei primi tre mesi dell’anno. Per fare un confronto, per i connazionali della casa tedesca Volkswagen le vendite del primo trimestre dell’anno si sono abbassate del 4 per cento, ma gli Lcv (Light commercial vehicle, veicoli commerciali leggeri, ndr) venduti sono stati 3.466.

Per di più presto la Daimler potrà allargare notevolmente la sua fetta di mercato: nell'estate 2012, nell’ambito del Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, di cui la Mercedes-Benz è partner, la compagnia tedesca e il Gruppo GAZ hanno siglato un accordo per realizzare la produzione di Sprinter presso la fabbrica automobilistica GAZ di Nizhnij Novogord.

Gli investimenti da parte della Daimler per l’adattamento del prodotto, i processi produttivi e la rete di vendita superano i 100 milioni di euro, mentre la GAZ investe più di 90 milioni di euro. La produzione dovrebbe arrivare a 30.000 automobili all’anno.

I progetti delle parti prevedono anche la localizzazione in Russia dei motori e di altri componenti della Sprinter. Come parte della realizzazione di tale progetto è stata avviata nella GAZ la costruzione di nuove linee di montaggio e saldatura e un nuovo impianto di verniciatura. La produzione in serie delle vetture inizierà nella seconda metà del 2013, come è stato riferito a Russia Oggi da Andrei Rodionov, rappresentante della Daimler in Russia.

La Sprinter della generazione precedente sarà assemblata con una nuova potenza e destinata alla fascia media di mercato. La Sprinter di ultima generazione, prodotta a Dusseldorf, continuerà a essere fabbricata in Germania. Nel segmento dei veicoli commerciali leggeri della Russia la Gazel marchiata GAZ domina incontrastata. “Confidiamo in grandi ordini perché il veicolo che uscirà dalla fabbrica di Nizhnij Novgorod è pensata per il trasporto sia passeggeri sia merci”, ha dichiarato Rodionov.

Andrei Shenk, analista di Investcafè, ritiene che grazie all’intesa con GAZ la Sprinter non avrà problemi a entrare nel mercato: “Tenendo conto che il volume di produzione sarà di circa 25.000 auto all’anno, i modelli potranno conquistare un 12-13 per cento del mercato nel giro di tre anni, se questo manterrà uno crescita entro il 3-4 per cento”.

Nel 2013 la Daimler si appresta a rinnovare il suo sostegno al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo che si terrà dal 20 al 22 giugno. Non è stato ancora precisato se sono in programma le firme di nuovi contratti, ma l’azienda ha riferito che il forum fa per loro più di un tavolo per le trattative. “Forniamo per tradizione una gamma completa di servizi di trasporto. Offriamo più di 200 automobili, principalmente di classe S, ma anche E e microautobus”, ha osservato Rodionov.

Inoltre, una volta ultimato, il progetto permetterà di fabbricare una parte considerevole di vetture usate. “Le auto che vanno al forum sono in buona misura vendute già prima dell’evento”, ammette il rappresentante.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta