In salita il mercato russo delle auto

Il mercato russo dell’auto nel 2012 ha battuto il record di vendite già segnato nel 2008 (Foto: Itar-Tass)

Il mercato russo dell’auto nel 2012 ha battuto il record di vendite già segnato nel 2008 (Foto: Itar-Tass)

Il settore, per gli esperti, è troppo giovane per una crisi. La fotografia della situazione e le previsioni per il futuro

Il 2012 è stato uno degli anni più significativi per il mercato automobilistico russo in tutta la sua esistenza. Questo è vero per due motivi. In primo luogo, il 2012 batterà il record delle vendite di auto in Russia del 2008, il più profittevole per tutte le case automobilistiche. Questa è una certezza. In secondo luogo, il 2012 rappresenta un nuovo punto di riferimento per il mercato automobilistico nazionale.

Le nostre statistiche mostrano che le vendite di auto nuove nel 2012 ammontano a 2,97 milioni, il 6 per cento in più rispetto al 2011. Sì, i tassi di crescita del mercato nel 2012 non sono stati elevati come nel 2010 o nel 2011. Il motivo principale del calo è l’esaurimento dell’effetto rimbalzo: i consumatori hanno soddisfatto la domanda rinviata a seguito della crisi finanziaria mondiale e ora il mercato si sta sviluppando progressivamente.

Un altro motivo per la diminuzione dei tassi di crescita è l'1-2 per cento di aumento dei tassi di interesse sui prestiti auto presso le banche universali. Tuttavia, questo non è un fattore molto importante dal momento che le offerte speciali da parte delle banche captive (create dalle stesse case automobilistiche per concedere finanziamenti agli acquirenti di automobili, ndr) attirano i clienti che non le rifiutano, ma in realtà le preferiscono ai programmi di prestito standard delle banche universali.

Oggi c'è un gran parlare della difficile situazione economica in Europa e sulla possibilità che queste tendenze europee possano interessare il mercato automobilistico russo nel prossimo futuro. Ma non bisogna drammatizzare. Il mercato automobilistico europeo è sostanzialmente diverso da quello russo, in primo luogo perché è maturo.

Sì, i volumi di vendita delle auto nei principali mercati europei - Germania, Francia, Italia e Spagna - sono in diminuzione, ma questo è abbastanza facile da spiegare. Come? Prima di tutto, il parco auto europeo è il più giovane del mondo. L'età media delle auto in Europa non supera gli otto anni, mentre la maggior parte delle automobili ha un’età media di quattro anni o anche meno.

Mentre negli Stati Uniti l'età media delle auto è di oltre nove anni. Di conseguenza, il proprietario dell'auto europeo può facilmente rimandare l'acquisto di una nuova auto se non considera questo investimento una priorità assoluta in condizioni di instabilità finanziaria. Semplicemente guiderà la sua auto di quattro anni per un altro anno. In secondo luogo, ci sono molti più proprietari di auto in Europa che in Russia. In Germania ci sono 550 auto ogni 1.000 persone. In altre parole, la maggior parte delle persone in Germania possiede un'auto. Questo non è il caso della Russia.

La situazione del mercato automobilistico russo è completamente diversa. Il nostro mercato è giovane e in via di sviluppo. La maggior parte delle persone in Russia non possiede una macchina. In Russia ci sono 300 auto ogni 1.000 persone. Da ciò si può intuire il potenziale di crescita delle vendite.

Inoltre, delle vetture attualmente possedute, il 50 per cento ha più di dieci anni, sono consumate e molte dovranno essere sostituite a breve. Per questo, dire che il nostro mercato è saturo e già come l'Europa è prematuro. Capiamo questo, concessionari e produttori. Abbiamo investito non solo nell'apertura di nuove linee di montaggio, ma in diversi piani finanziari per l'acquisto di auto.

Ora andiamo alla parte più interessante, le previsioni. In una recente conferenza, sono giunta alla conclusione che sia le case automobilistiche che i concessionari prevedono una crescita molto agevole per il mercato automobilistico russo nel 2013 e nel medio termine. Tuttavia, alcuni partecipanti alla conferenza hanno previsto un calo delle vendite rispetto al 2012, 2,8 milioni di vetture. A Rolf abbiamo una visione più ottimistica del mercato e non riteniamo ci siano i presupposti per una riduzione nei volumi delle vendite di auto nel 2013 rispetto al 2012, nè vediamo motivi per il genere di rapida crescita che esisteva prima della crisi.

A Rolf vediamo due possibili scenari sull'evoluzione della situazione: pessimista e ottimista. Ci stiamo basando sulle vendite del 2012, che dovrebbero ammontare a 2,97 milioni di vetture. Secondo le previsioni pessimistiche, le vendite per il 2013 ammonteranno a 3,01 milioni di auto, che rappresenta solo l’1,5 per cento in più rispetto al 2012.

Cosa significa? Che il mercato automobilistico russo continuerà a crescere, anche se di poco. Per diverse ragioni. In primo luogo, come ho già detto, il 50 per cento di tutte le autovetture russe ha un’età media di più di dieci anni, il che significa che dovrà essere sostituito. In secondo luogo, lo sviluppo di modelli dei big internazionali appositamente adattato al mercato russo (Renault Logan, Sander, Duster, Hyundai Solaris, Kia Rio, Sedan e VW Polo) faciliterà il rinnovo del parco auto.

Questi sono i modelli, il cui costo è di 340 mila rubli (11.000 dollari) e oltre, che i proprietari delle vecchie marche straniere sceglieranno come sostituzione, questi e le auto di fabbricazione russa. In terzo luogo, la stabilità del segmento premium lo rende meno vulnerabile alle fluttuazioni economiche del mercato rispetto ad altri segmenti. Inoltre, l'espansione attiva dei brand nel segmento premium, con l'ingresso di marchi "giovani" che abbassano il prezzo di partenza e possono competere con successo con i modelli top dei brand di massa.

Secondo lo scenario ottimistico, le vendite di auto nuove in Russia nel 2013 ammonteranno a 3,19 milioni di auto, cioè il 7,4 per cento in più rispetto al 2012. Senza contare i tre fattori sopra elencati, lo scenario ottimistico prevede una stabilizzazione della situazione economica mondiale, che tranquillizzerà i consumatori russi, dando loro più fiducia finanziaria, e gli suggerirà di non rimandare d’ora in poi l'acquisto o la sostituzione di una vettura.

Per leggere l'articolo in versione originale cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie