In Russia si inaugura il “turismo militare”

Il carro armato T-90 in Siria.

Il carro armato T-90 in Siria.

: TASS
Uno dei più grossi produttori di carri armati apre le porte della propria fabbrica a Nizhnij Tagil per mostrare ai visitatori come vengono prodotti i cingolati

Uno dei più grossi produttori di carri armati al mondo, “Uralvagonzavod”, lancia un progetto di turismo militare e industriale. L’idea si chiama “Voentur” (letteralmente “tour militare”) e, dall’aprile 2016, porterà ad aprire le porte della fabbrica di Nizhnij Tagil (1.700 km da Mosca) agli ospiti che vorranno visitare i carri armati T-90 che qui vengono prodotti. I turisti avranno modo di fare un giro per l’impianto produttivo e i reparti della fabbrica, normalmente chiusi a persone esterne. 

Così come hanno raccontato a Rbth gli organizzatori del progetto, le escursioni saranno organizzate durante l’orario lavorativo, in modo da consentire ai visitatori di vedere e toccare con mano la produzione di carri armati. Il programma prevede anche l’ingresso al Museo dei veicoli corazzati, dove sono esposti diversi modelli di cingolati, dal sovietico T-34 fino al più recente T-90.

Al termine della visita, i “turisti” potranno partecipare a una “lezione” organizzata dall’equipaggio del T-90 e addirittura fare un giro all’interno di un blindato. Alla fine della giornata, ci sarà la possibilità di mangiare un pasto in una tenda da campo. 

Così come spiegano gli organizzatori, il tour è pensato per 25 persone. Il prezzo per un gruppo è pari a 375mila rubli (circa cinquemila euro).

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta