Quindici capolavori in vetro che addobbarono la tavola degli zar russi (FOTO)

Museo di Storia
I migliori artisti e artigiani del loro tempo realizzarono questi oggetti appositamente per la famiglia imperiale

Sulle tavole dei palazzi imperiali russi c’erano sempre le migliori stoviglie che si potevano trovare nell’Impero russo e all’estero. E numerosi principi della casata dei Romanov ordinarono i più fantastici servizi da tavola per le loro feste.

La vita del principale fornitore di vetro della corte imperiale inizia nel 1777. Fu allora che Caterina la Grande acquistò un’intera vetreria proprio per le esigenze più elevate e le diede il nome “Imperátorskij stekljánnyj zavód” (ossia: “Fabbrica di vetro imperiale”).

I maestri dello stabilimento avevano ordini senza fine, e non avevano concorrenti. La fabbrica può essere considerata un trendsetter nella produzione di vetro russa. Le stoviglie e gli elementi decorativi realizzati in questa fabbrica erano una vera opera d’arte e si distinguevano per maestria e stile impeccabili.

A questi capolavori lavoravano i migliori artisti del loro tempo, e le opere non solo avevano un valore artistico, ma venivano realizzate anche utilizzando le tecnologie più innovative.

La ricetta per il vetro colorato per la fabbrica, ad esempio, fu sviluppata da Mikhail Lomonosov, uno dei primi grandi scienziati russi, nel XVIII secolo. Gli artigiani avevano molte sfumature di smalto nel loro arsenale, e le utilizzarono nei mosaici multicolori e nelle vetrate di loro produzione.

Possedere tali oggetti per la tavola era un segno del più alto status. Tali tesori costavano molto ed erano una parte obbligatoria della dote dei granduchi e delle principesse.

Le opere di questa fabbrica inoltre partecipavano alle più prestigiose esposizioni mondiali, a dimostrazione delle conquiste tecnologiche dei vetrai russi. Oggi, la collezione del Museo di Storia di Mosca contiene decine di migliaia di opere realizzate da questo stabilimento per ordine degli zar tra il XIX e l’inizio del XX secolo. Ecco solo alcuni di questi capolavori.

1 / Bicchiere. Anni Dieci dell’Ottocento

2 / Tazza con coperchio con la rappresentazione della dea della Vittoria sospesa sulla mappa dell’Europa. 1814-1819

3 / Caraffa con bicchieri. 2° quarto del XIX secolo

4 / Brocca con coperchio incernierato. Anni Trenta dell’Ottocento

5 / Vaso. San Pietroburgo. Anni Trenta dell’Ottocento

6 / Bicchieri di tipo Römer parte del “Servizio gotico”, 1832-1848

7 / Vaso. San Pietroburgo. Anni Trenta dell’Ottocento

8 / Vaso. San Pietroburgo. Anni Trenta dell’Ottocento

9 / Scrignetto con coperchio incernierato e chiave. Fine degli anni Trenta dell’Ottocento

10 / Servizio nuziale della Granduchessa Olga Nikolaevna. 1846

11 / Oliatore, 1847

12 / Set di bicchieri con il monogramma del Granduca Konstantin Nikolaevich. 1848

13 / Vaso. Anni Sessanta-Settanta dell’Ottocento

14 / Caraffa con bicchieri. Anni Ottanta dell’Ottocento

15 / Bottiglia di tipo Stof e bicchierini. Anni Ottanta dell’Ottocento

Dal 18 agosto al 10 novembre 2021 questi e altri capolavori saranno esposti nella mostra “Opere della Fabbrica di vetro imperiale del XIX-inizi XX secolo della collezione del Museo di Storia”. Sito internet per info

LEGGI ANCHE: Sette capolavori degli intagliatori in osso russi 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie