Makovksij, il pittore che impressionò Dostoevskij

Vissuto a cavallo tra Ottocento e Novecento, ha lasciato un’eredità artistica carica di umanità. Amava ritrarre scene di vita quotidiana e sono state proprio quelle scene a impressionare lo scrittore di “Delitto e Castigo”

Vladimir Makovskij (1846 – 1920) è stato un importante pittore russo. Nato a Mosca, ha trascorso la sua vita nella capitale. Anche il fratello, Konstantin Makovskij, e il padre, Igor, sono stati illustri pittori / “Nella sala d’attesa del medico”, 1870

Lo stile di Makovskij è inconfondibile: i suoi quadri ritraggono quasi sempre scene di vita quotidiana / “Preparando la marmellata”, 1879

Grazie alla sua empatia e alla grande attenzione che riservava ai dettagli, il pittore è stato capace di riprodurre nelle sue opere le emozioni e i sentimenti dei personaggi ritratti / “Il fallimento della banca”, 1880

Dalla fine dell’Ottocento, Makovskij ha iniziato a realizzare opere dai toni sempre più oscuri / “Non te ne andare”, 1892

Oltre a essere un grande pittore, è stato anche professore di arte, artista grafico e membro dell’Accademia delle Arti di San Pietroburgo / “Autoritratto”, 1905

Makovskij è stato nominato membro dell’Accademia delle Arti di San Pietroburgo al termine di questo suo quadro. Si tratta di un’opera che impressionò particolarmente Fyodor Dostoevskij: “I dettagli di questa pittura esprimono amore per l’umanità, in generale” / “Gli appassionati di usignoli”, 1873

La versione originale di quest’opera è stata venduta all’asta nel 2012 al prezzo di 1,5 milioni di sterline / “Sagra” (della serie “Piccola Russia”), 1885

“L’imperatrice Maria Fyodorovna nel palazzo di Gatchina”, 1912

“La prima giacca”, 1892

“Corona nuziale”, 1894

“Due madri: quella biologica e la matrigna”, 1906

“Senza maestro”, 1911

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie