Salvati dal tempo: i più importanti restauri avvenuti a Mosca

Dipartimento dell'Eredità culturale di Mosca
Le stanze di questi palazzi sono state descritte da Lev Tolstoj e frequentate da Aleksandr Pushkin. Ora hanno trovato nuova vita grazie ai lavori di riqualificazione che hanno riconsegnato loro l’antica bellezza

1. La chiesa della Resurrezione di Cristo e il campanile del cimitero di Rogozhskoye

Costruiti nel 1910, la chiesa e il campanile erano utilizzati dalla comunità di Vecchi Credenti di Rogozhskoe. Nel 1934 la chiesa fu chiusa dai comunisti e sopravvisse ai bombardamenti della Seconda guerra mondiale. Dopo il restauro, avvenuto nel 2009-2014, l’edificio è tornato a disposizione dei Vecchi Credenti.

2. Palazzo Korobkov, Pyatnitskaya Ulitsa 33-35

Originariamente questo palazzo fu eretto nel 1866, ma venne completamente ricostruito nel 1894-1896 da Lev Kekushev, uno dei principali architetti di Mosca dediti all’art nouveau. In epoca sovietica, l’edificio era di proprietà dell’Istituto di storia dell’arte e successivamente ospitò l’ambasciata della Tanzania.

Il palazzo affrontò il passare degli anni in buono stato di conservazione, ma venne ugualmente restaurato nel 2013-2015. Durante i lavori venne ripristinato il colore originale delle pareti esterne.

3. Il campanile del monastero di Zaikonospasskij, Nikolskaya Ulitsa 7-9

Il monastero Zaikonospasskij, fondato nel 1600, è stato un importante centro per l’istruzione in Russia fino al 1630, quando lì venne aperta una scuola per l’insegnamento del greco e del latino. Alla fine del XVII secolo qui venne fondata l’Accademia slava di greco e latino. Il campanile fu eretto nel 1899-1900 e poi parzialmente demolito nel 1924. Infine venne restaurato nel 2010-2014.

4. Il palazzo di Gagarin (Nuovo ospedale S. Caterina), Strastnoj Boulevard 15/19

Costruito alla fine del XVIII secolo, questo palazzo venne donato alla famiglia di Yurij Gagarin. In precedenza aveva ospitato il Club inglese di Mosca. Nel 1806 l’edificio ospitò una cena in onore del principle Bagration dopo la sua vittoria nella battaglia di Schöngrabern. La cena venne descritta anche da Lev Tolstoj nel suo romanzo “Guerra e pace”. Nel 1830 l’edificio venne convertito in ospedale statale e rimase in funzione fino al 2009. Da quando sono stati ultimati i lavori di restauro, nel 2013-2015, il palazzo ospita la Duma della città di Mosca.

5. Chiesa di San Massimo Benedetto, Varvarka Ulitsa 4

Questa chiesa venne eretta nel 1698, mentre la torre campanaria fu costruita nel  1827-1829.

Negli anni Trenta i comunisti chiusero la chiesa, riaperta solo nel 1994. I lavori di restaurano furono eseguiti nel 2014-2015.

6. Il leone sulla recinzione del Club Inglese, Tversakaya Ulitsa 31

Frequentato da moltissimi letterati russi del passato, tra cui Lev Tolstoj e Aleksandr Pushkin, il Club Inglese di Mosca si trova in Ulitsa Tversakaya fin dal 1831. I leoni che si possono ammirare all’ingresso sono menzionati da Pushkin nel suo poema “Evgenij Onegin”. I lavori di restauro vennero completati nel 2015.

7. La chiesa di San Giorgio sulla Collina Psovskaya, Varvarka Ulitsa 12

I lavori di costruzione della chiesa si tennero tra il 1639 e il 1657. Nel 1818 vennero aggiunti anche un campanile e un refettorio in stile pseudo-gotico. I restauri vennero ultimati nel 2015.

8. Stazione dei treni Kazanskij, Piazza Komsomolskaya 2

Originariamente costruita nel 1864, la stazione fu ricostruita dopo un lungo periodo di lavori, che durarono dal 1913 al 1940. Il progetto fu realizzato da un famoso architetto dell’epoca, Aleksej Shchusev. Il restauro più recente risale al 2013-2016.

9. La chiesa dell’Icona della Vergine Maria, Zatsepa Ulitsa 41

Costruita nel 1904-1905, nel 1929 fu consegnata all’Istituto di economia nazionale Plekhanov di Mosca. Nel 2002 la chiesa è tornata a ospitare i fedeli e il restauro è stato realizzato nel 2015-2016.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond